Palacio e Higuain: le difficoltà di Inter e Napoli coincidono con quelle delle loro stelle

    Inter e Napoli, una crisi che coincide con quella delle stelle Palacio e Higuain ancora a secco in campionato.

    Sei punti in meno rispetto alla scorsa stagione, sconfitte brucianti e inaspettate, tifosi che mugugnano e critiche a non finire. Inter e Napoli sono senza dubbio le grandi delusioni (e deluse) di questo avvio di campionato e domenica sera si ritroveranno una di fronte all’altra a San Siro. Anche se si sono giocate appena sei giornate, quella del Meazza ha tutti i crismi dell’ultima spiaggia, la gara che può rappresentare la svolta o che può affossare i sogni di inizio stagione.

    Una, la squadra di Benitez, è partita male con la zavorra dell’eliminazione nel preliminare di Champions League e sta dando segnali di risveglio nelle ultime settimane, l’altra, quella di Mazzarri, ha illuso con una partenza positiva prima di crollare in modo preoccupante contro Cagliari e Fiorentina. Una crisi che, non a caso, coincide con quella delle stelle più luccicanti, Rodrigo Palacio e Gonzalo Higuain, ancora a caccia del primo goal in campionato.

    L’anno scorso di questi tempi, il “Trenza” e il “Pipita” avevano segnato tre goal a testa e con le loro prestazioni facevano sognare i tifosi. Dodici mesi dopo sono due campioni in crisi, la cui radice del malessere è probabilmente la medesima: la sconfitta nella finale mondiale contro la Germania. Entrambi, infatti, hanno sulla coscienza due semplici goal falliti con la gara in perfetto equilibrio: Higuain si è divorato una rete al 20′ a tu per tu con Neuer, Palacio (entrato proprio al posto del napoletano) ha calciato a lato un pallonetto non difficile nel primo tempo supplementare. Per l’interista oltre al danno la beffa, visto che invece della coppa si è portato dietro i problemi alla caviglia che lo hanno tenuto fuori a lungo e gli hanno fatto saltare gran parte della preparazione. Mentre Palacio era ai box, l’ex Real Madrid è stato al centro del mercato, corteggiato da Messi e nel mirino di diversi club di Premier, poi ha sofferto molto l’eliminazione dalla Champions che si è ripercossa sul suo inizio di campionato davvero in sordina.

    I numeri non danno la soluzione ai problemi, ma li evidenziano e sanno essere impietosi. La condanna per i due bomber, l’anno scorso capaci di segnare 17 goal in campionato, è pesante ma non definitiva. Entrambi hanno sbagliato un rigore, il napoletano, che ha giocato molti più minuti (446 contro 183), ha tirato in porta 12 volte (solo la metà in porta) contro le 7 dell’interista, che ha centrato i pali in 5 occasioni ma ha sempre sprecato malamente (dati Opta). 

    Palacio ha sfruttato la sosta per ritrovare la forma migliore, mentre Higuain è rinfrancato dall’aver ritrovato la via della rete in Nazionale, Certo, la doppietta al modestissimo Hong Kong non è roba da raccontare ai nipotini, ma almeno ha dato un senso alla lunghissima trasferta cominciata nel peggiore dei modi con la sconfitta contro il Brasile. Le fortune di Mazzarri e Benitez sono legate a quella dei due campioni: i due tecnici per dare una svolta alla stagione hanno bisogno dei loro goal. Il prima possibile, magari già a partire da domenica sera..

    Goalitalia