Nuova invasione del gatto nero del Camp Nou: dopo 30” Barcellona-Elche interrotta

    L'intruso del Camp Nou
    L’intruso del Camp Nou                                    

     

     

    Dopo due anni è tornato a scorrazzare per il campo di Barcellona il gatto nero che vive all’interno del Camp Nou: gara sospesa per 1′. Scongiuri per Luis Enrique?

     

     

    La scaramanzia nel calcio? Ben presente. Calciatori, presidenti e dirigenti hanno il proprio rito prima di una partita, chi semplice (toccarsi le scarpette in un certo modo, farsi il segno della croce tre o quatttro volte di seguito), chi un po’ più complicato (tonnellate di sale sul terreno di gioco). Luis Enrique sarà un tipo scaramantico?

    Se sì, l’allenatore del Barcellona avrà fatto gli scongiuri per la prima annata alla guida del Barcellona dopo quanto accaduto nella gara contro l’Elche, sfida ufficiale numero uno per il nuovo corso catalano. Sul terreno del Camp Nou è tornato l’inquilino presente nell’impianto da qualche anno.

    Appena 30 secondi dopo l’inizio della sfida, infatti, il gatto ha fatto capolino sul terreno di gioco, costringendo l’arbitro Fernando Teixeira Vitienes a interrompere immediatamente il gioco per due minuti.

    Tra le risate generali e i boati da parte del pubblico, il felino ha continuato a correre spaventato per qualche secondo prima di essere acchiappato da uno steward ed essere portato malamente fuori dal campo.

    Non è la prima volta che questo gatto nero, inquilino del Camp Nou, fa la propria comparsa sul terreno: era il 4 febbraio 2012 quando invase il campo durante la sfida tra il Barcellona e la Real Sociedad. A fine stagione niente Liga e niente Champions ma Coppa del Re portata a casa.

    Allora, in quella gara, si infortunò Busquets. Luis Enrique avrà fatto gli scongiuri per la superstizione della malasorte? Per riportare il Barcellona alla vittoria di un grande trofeo, servirà sicuramente anche un po’ di fortuna.

    Goalitalia