Numeri “Primi”

Numeri

I numeri primi: serie A sempre meno allegra

Di: Luca Pollasto & Jhonny Green

Dopo le decisioni di Irrati e Tosel, anche noi abbiamo deciso di dare i numeri. Tranquilli, non vogliamo negarvi il campionato per quattro giornate nè farvi una multa di 20000€, bensì, vorremmo farvi ragionare sulla struttura del “nostro” calcio, paragonandolo alla Premier League.

Sapete, a differenza delle squalifiche, degli arbitraggi e delle polemiche, la matematica non è un opinione e prendere atto dei dati che vi elencheremo potrebbe portarvi a guardare le partite di Serie A sotto un’altra luce.

I numeri primi della serie A : Campioni del Nord: d’Italia ce n’è poca.

Il campionato di calcio italiano inizia nel 1897-98 e fino ad oggi sono stati assegnati 111 scudetti. Le squadre italiane più vincenti sono Juventus, Inter e Milan che insieme ne hanno accumulati 67, lasciando 44 titoli alle altre 13 squadre finite sull’albo d’oro della Serie A. Dei 111 scudetti, ben 47 sono finiti in Piemonte mentre 101 sono arrivati a città del Nord Italia: Torino 38, Milano 36, Genova 10, Bologna 7, Vercelli 7, Casale Monferrato 1, Novi Ligure 1 e Verona 1. Sostanzialmente le tre città più vincenti d’Italia, oltre a trovarsi solo ed esclusivamente al nord, detengono con 6 squadre (Juve, Inter, Milan, Torino, Genoa e Samp) il 76% dei titoli assegnati. L’ultimo scudetto dei doriani è stato vinto nel ’91, quello del Toro nel ’76, mentre risale addirittura al 1924 l’ultima vittoria dei Genoani in campionato. Tornando ai 44 scudetti “lasciati” dalle prime tre alle altre squadre, ben 31 sono stati assegnati prima del 1950. Dalla stagione 1990-91 ad oggi ci sono stati 24 scudetti, 3 vinti tra Sampdoria, Roma e Lazio e 21 tra Juve, Inter e Milan. Vi lasciamo un ultimo dato: se non tenessimo conto dei titoli revocati, delle sentenze sportive e delle decisioni dei tribunali, nelle ultime 14 stagioni (quella in corso è ovviamente esclusa) sono stati vinti 7 campionati dai bianconeri, 5 dai neroazzurri e 2 dal Milan.

I numeri stranieri

La massima serie del campionato inglese è invece molto più antica. La prima volta è andata in scena nel 1888-89, sotto il nome di First Division e solo nella stagione 1992-93 è stata ribattezzata con il nome di Premier League. In 128 anni di storia sono state ben 23 le squadre che sono riuscite ad arrivare prime (contro le 16 italiane) e tre città (con 7 squadre differenti) detengono il 61% delle vittorie: 27 titoli sono arrivati nella città di Liverpool, 24 a Manchester e 20 a Londra. I campioni in carica sono i Blues che l’anno scorso hanno vinto il loro quinto campionato e negli ultimi 5 campionati registriamo 3 diversi club vincitori. La squadra più vincente è il Manchester United con 20 titoli, 12 dei quali vinti dal 1992 al 2013, segue il Liverpool che è riuscito a chiudere al comando per 18 volte, l’ultima nella stagione 1989-90; sul gradino più basso del podio abbiamo l’Arsenal con 13 vittorie. Se volessimo semplificare potremmo dire che le tre squadre più vincenti d’Inghilterra appartengono a tre città di due aree geografiche differenti. Quindi su 116 titoli assegnati le prime tre squadre detengono 51 titoli divisi in tre città di due aree geografiche differenti.

Noi non vogliamo dirvi cosa pensare e come pensare, vogliamo solo che pensaste. Il nostro sito è dedicato non solo ai tifosi del Napoli ma a tutti i Napoletani e, se leggendo questi dati provate un senso d’ingiustizia, forse state pensando la cosa giusta.

Se qualcosa non può essere espresso in numeri non è scienza: è opinione.

Robert Anson Heinlein