Nessuno segna come il Napoli

32 gol nelle ultime 12 gare.

Scrive Mandarini sul corriere dello sport:

C’era una volta il mito dei Tre Tenori: Hamsik-Lavezzi-Cavani, che spettacolo. E poi ci sono i tempi che
cambiano : già, perché oggi al San Paolo va di moda il Napoli di Higuain, Insigne e tutti gli altri è un autentico spettacolo del gol. E’ un
concentrato di adrenalina pura che, oltre a scatenare i fan, colleziona risultate primati: dal 17 settembre con il Bruges, e dunque dalla prima
con il 4-3-3 in poi, gli azzurri hanno realizzato 32 reti tra il campionato e Coppa.

Il capocannoniere della squadra, manco a dirlo, è Higuain: 10 gol per lui complessivamente; 8 nelle ultime 12.

A seguire ci sono Insigne con 6 (5 nelle ultime 12); Gabbiadini (5); Callejon e Mertens (4). Il centrocampista più prolifico non è Hamsik, fermo a 2
gol (uno prima del cambio di modulo), bensì Allan: 3 reti per il brasiliano, di cui 2 dal Bruges in poi. Giovedì, tra l’altro, è arrivata
anche la prima rete di El Kaddouri: era l’ultimo interprete del tridente a dover mettere ancora una firma. In totale, sono 9 gli azzurri ad aver segnato
finora.

 

Il dato strano a fronte di tanta grazia? Il Napoli non è il padrone del miglior attacco del campionato: terzo in classifica con 21 reti, per la precisione, a 4 passi dalla Roma (25) e a uno dalla Fiorentina (22). Pesano come macigni, anche sotto l’aspetto delle statistiche realizzative, gli 0-0 con Carpi e
Genoa. ”