Napoli – Verona 3-0: non si molla l’argento!

Gabbiadini prolungherà fino al 2021

Il Napoli riprende la corsa dopo essere finito fuori strada ad Udine. Concentrati, attenti, atleticamente perfetti e senza sbavature gli azzurri privi di Sarri, KK, Mertens e Higuaín battono il Verona al San Paolo e rafforzano la seconda posizione, ultimo ‘titulo’ della stagione. Regalerebbe un pass per la Champions League 2017.

La Juventus è lanciatissima verso il quinto scudetto consecutivo, il Verona negli inferi della serie B. L’anno prossimo giocherà di sabato. Prima ed ultima della classifica: la foto della stagione.

Hamsik perfetto, illuminante, peccato non riesca a trovare continuità e diventare grandissimo contro tutte le grandi. Il tempo vola per lui. Callejón è stato perfetto, una spina nel fianco della squadra di Del Neri.
E Gabbiadini? Soltanto una conferma. Manolo è forte, uno dei migliori in Italia, vede la porta come pochi. Ha bisogno chiaramente di giocarle tutte per mostrare tutto il valore. Peccato non averlo visto al fianco dell’argentino Higuaín nel corso dell’anno.
Chissà, forse avrà la chanche per rifarsi presto, potrebbe rappresentare uno dei perni principali dell’attacco partenopeo per il prossimo campionato. Intanto ha altre due se non tre possibilità per giocarsi l’Europeo in Francia. La prossima a Milano contro l’Inter, un bel biglietto da visita per la nazionale.

Ha segnato tutto l’attacco del Napoli questo pomeriggio: 3-0 al Verona e sonni tranquilli per tutti. Insigne nel tabellino con Gabbiadini e Callejón. Il frattese è un incubo per i veronesi.

È la miglior risposta dopo tutto il caos della scorsa settimana. Azzurri insaziabili ed inferociti, proprio quello che voleva mister Sarri. Il toscano tornerà in panchina alla scala del calcio di Milano contro ‘l’amico’ Mancini. Ci sarà la ‘bella’ dopo la sfida dell’andata vinta dal Napoli e quella in coppa Italia dove la spuntarono i nerazzurri.

La Roma domani chiuderà contro il Bologna la 32 esima giornata di A. Spalletti ci crede, anche i nuovi acquisti giallorossi. Sognano una piccola sbavatura degli azzurri per poi giocarsi tutto nel ‘derby’ del 25 aprile.

Io credo resti tutto invariato fino alla fine.
Io credevo nella sconfitta dell’Udinese a Genova oggi dopo la spumeggiante vittoria sul Napoli di domenica scorsa.
Sarà accaduto decine e decine di volte dal 1926 ad oggi.

di GIUSEPPE LIBERTINO