Il Napoli di Rafa: allenamento con il pallone, 4-2-3-1, turnover e una valanga di colloqui con i suoi

 

Il Napoli gonfia il petto: 8 risultati utili consecutivi. La squadra non si pone limiti. 


 

In attesa di vivere il futuro, e soprattutto la sfida di viaggiare ancora sui ritmi della grande in attesa di scontri diretti ed eventuali passi falsi, il Napoli gonfia il petto: gli 8 risultati utili consecutivi, le ultime 7 da re d’Italia, il terzo posto e l’oscar italiano del gioco hanno restituito fiducia e leggerezza. Quella stessa smarrita nella notte di Bilbao, insieme con la Champions, e poi recuperata attraverso un lavoro eccezionale griffato Rafa: premio coerenza a lui e anche a De Laurentiis, bravissimo a dispensare sempre serenità all’ambiente e a non mettere in discussione neanche per un attimo il suo manager. Che fosse un grande allenatore, beh, era fuori discussione, però – riporta il Corriere dello Sport – il modo in cui ha tirato fuori il Napoli dalla crisi gli ha regalato l’ennesima coccarda: strigliate, mega ritiri e cambi modulo? Macché: il solito menù fatto di lavoro (tanto con il pallone), 4-2-3-1, turnover e una valanga di colloqui con i suoi. Fiducia in se stesso, nella squadra e responsabilizzazione dei big.