Napoli in mora: canoni di concessione non versati

Napoli messo in Mora

Il club non ha ancora versato i canoni di concessione dello scorso anno.

Di: Jhonny Green

Il Calcio Napoli non paga? E il comune lo diffida.
A Palazzo San Giacomo mancano 644mila euro, ovvero parte del fitto per lo stadio San Paolo.

«Si precisa – si legge in una nota interna del 6 giugno – che il servizio gestione grandi impianti sportivi ha notificato alla Società Sportiva Calcio Napoli diffida al pagamento e contestuale messa in mora per un importo complessivo pari a 644.593,83 (Iva inclusa) per i canoni concessori per il periodo 1 settembre 2014 a tutto il 30 settembre 2015, comprensivo di relativo canone pubblicità stesso periodo».

Ma la società fa sapere di non aver ricevuto nessuna comunicazione dal Comune. Nella nota si precisa che il Napoli ha regolarmente pagato i canoni del periodo Marzo-Agosto 2014 ma si apprende anche che, il periodo successivo, ovvero Settembre 2014 – Settembre 2015, non è l’unico ancora scoperto. Restano ancora da pagare i canoni dall’1 Ottobre 2015 al Giugno 2016. Inoltre, per questo periodo l’accordo tra Comune e Club è differente: è previsto infatti un aumento del 20% e il carico da parte del Napoli di altre spese.

Non si è fatto attendere l’attacco Gennaro Esposito, ex presidente della commissione Sport: «Solo con l’intervento della Corte dei conti, il Comune ha incassato i 6 milioni di canoni antecedenti al 2014. Adesso ci risiamo poichè l’ente non è in grado di far rispettare gli obblighi contrattuali alla società. Spero che nel rinnovato consiglio comunale ci sarà qualcuno che svolga questa importante funzione di controllo e indirizzo».

Fonte: Calcio & Finanza