Napoli-Milan: i tre migliori azzurri. Mertens sugli scudi. Prima doppietta per Milik

    Ag. Milik: A Napoli l'unico Dio è Maradona, il Napoli seguiva Arek dal 2015

    Napoli-Milan. Doppiette di Milik e Callejon. Ma brilla la luce di Mertens

    Napoli-Milan 4-2. Partita non facile, almeno nei primi minuti del primo tempo. Rossoneri ben messi in campo, hanno lasciato poco spazio alla manovra azzurra. La luce di Mertens (3 punti) ha cambiato totalmente la gara. Dal suo piede partono i primi tre gol del Napoli. L’arcobaleno del belga gira che è un piacere, ma sulla strada per il completamento dell’opera, ci si mette prima il palo, e poi due volte un super Donnarumma.

    Raccogliere l’eredità di Higuain è un’impresa che non ti fa dormire la notte. Ma per adesso Arek Milik (2 punti), con la sua doppietta, ha contribuito in maniera significativa alla prima vittoria in questo campionato dell’undici di Sarri, prima con un tap in vincente, su palo di Mertens, e poi con perfetto colpo di testa, su calco d’angolo (cosa che da anni non si vedeva, a tal punto che ho dovuto dare un’occhiata ai gradi del vino rosso che mi teneva compagnia, per capire se era realtà, o una visione).

    Il 4-2 si completa con una doppietta di Callejon (1 punto, bisognerà però vedere se il quarto gol venga attribuito allo spagnolo, o ad un’autorete di Romagnoli. Noi ci abbiamo capito poco. Ma Valeri ci ha capito ancor meno di noi). Sull’altra realizzazione (e questa è sicuramente di Callejon, anche Valeri non ha avuto dubbi), lo spagnolo è stato bravo a ribattere in rete una gran parata del numero uno rossonero, su tiro a giro di Dries Mertens.

    La classifica dopo due giornate vede Mertens primo con 6 punti, seguito da Milik e Hjsay con 2 punti, con Zielinski e Callejon ad 1 punto.