Napoli-Genoa 2-1: doppietta Higuain e terzo posto!

Il Napoli supera 2-1 al San Paolo il Genoa e si riporta al 3° posto in classifica, accorciando a -6 il distacco dalla Roma, attualmente seconda. Protagonista della squadra di Benitez ancora una volta Gonzalo Higuain, autore di una doppietta. Al Grifone non basta la rete del provvisorio pareggio firmata da Iago Falque. Proteste rossoblù per il rigore generoso concesso dall’arbitro Calvarese ai padroni di casa e decisivo per il risultato.

OUT MERTENS – Nel classico 4-2-3-1 dei partenopei Benitez schiera davanti al portiere Rafael una linea difensiva a 4 composta da Maggio, Albiol, Koulibaly e Strinic. Sulla mediana agiscono Inler e David Lopez. A sorpresa sulla trequarti si registra la nuova esclusione del belga Mertens, cui il tecnico spagnolo preferisce De Guzman. Con lui sono Callejon e Hamsik a supportare l’unica punta Gonzalo Higuain.

Gli ospiti si schierano con il consueto 3-4-3. Davanti a Perin, Roncaglia, Burdisso e De Maio sono i tre centrali. Sulle corsie esterne spazio a Edenilson a destra e ad Antonelli a sinistra, con Bertolacci e Rincon interni. In attacco Iago Falque e Perotti sono gli esterni offensivi, con Fetfatzidis ‘falso nueve’.

GUIZZO HIGUAIN – Partenza sprint del Napoli, che spinge molto nei primi minuti e costringe il Genoa sulla difensiva. Al 7’ gli azzurri passano a condurre: botta di Callejòn dalla distanza, Perin può solo respingere e Higuain, partito sul filo del fuorigioco, è lesto a depositare di testa in pallone in rete.

I rossoblù comunque non si demoralizzano e in contropiede provano a rendersi pericolosi: al 17’ Fetfatzidis libera al tiro Rincon e quest’ultimo costringe Rafael a deviare in angolo con la punta delle dita.

NAPOLI SCIUPONE – Con lo scorrere dei minuti gli azzurri prendono un po’ il controllo del centrocampo, e costruiscono diverse palle-goal, senza tuttavia riuscire a trovare il raddoppio. Al 30’ Hamsik di interno piede spedisce alto su assist di Higuain, poi è De Guzman a fallire clamorosamente davanti a Perin, spedendo sul fondo. Dall’altra parte Perotti prova il tiro a giro, ma Rafael è bravo a parare al 40’.

Il forcing azzurro continua anche a inizio ripresa: al 50’ De Guzman mette a sedere Burdisso e calcia a rete a botta sicura, ma lo stesso difensore argentino si immola con il corpo salvando la propria porta. Sull’altro fronte Bertolacci mette i brividi ai partenopei, con una conclusione dalla distanza terminata di poco a lato sulla destra.

IAGO FALQUE GELA IL SAN PAOLO – La sensazione è che da un momento all’altro la squadra di Benitez possa chiudere i giochi, ma così non è, e il Genoa approfitta di una dormita difensiva per approdare al pareggio. Iago Falque riceve palla fra le linee, si accentra e con un bel sinistro batte Rafael insaccando nell’angolino basso più lontano.

LA RISOLVE HIGUAIN – La risposta del Napoli è rabbiosa e al 60’ Callejòn fa tremare la traversa con un bolide centrale. Gli azzurri spingono ma c’è poca lucidità, ed è allora un episodio a propiziare la vittoria. Kucka, subentrato nella ripresa a Rincon, si appoggia leggermente su Higuain e l’arbitro Calvarese concede un rigore generoso agli azzurri.

Dal dischetto calcia di potenza Higuain, che non lascia scampo a Perin firmando il 2-1. Il Genoa ci prova al 77’ con un colpo di testa di Kucka finito di poco a lato, ma per i ragazzi di Gasperini non c’è niente da fare. Vince il Napoli, che si riprende il 3° posto in classifica e si porta a -6 dalla Roma.

 

Fonte:goal.com