Napoli-Cesena 3-2: Mertens guida gli azzurri alla vittoria!

    Dopo Kiev,il Napoli ritorna al San Paolo dove sfida il Cesena per restare in corsa per il terzo posto. Fuori Higuain, per problemi alla schiena, dentro Gabbiadini, questa la scelta di Benitez che ha osservato la partita dall’alto. Nei primi minuti il napoli parte all’attacco, ma commette il solito errore stagionale: cala di concentrazione. Concedendo al 15° il vantaggio a Cesena con un gran tiro nell’angolino di Defrel.

    Piovono fischi a Fuorigrotta per gli azzurri, che solo allora reagiscono e portare gli azzurri all’arrembaggio è il belga Dreis Mertens, che come contro il Dnipro sveglia i suoi e pareggia solo dopo 4 minuti e va festeggiare in panchina con il suo grande amico Gonzalo. Da lì gli azzurri trovano subito il raddoppio con Gabbiadini dopo una grande azione del solito Mertens.

    Trov ato il vantaggio gli azzurri non cercano più il terzo goal, provano a gestire il pallone, ma in malo modo e a fine del primo tempo il solito Defrel trova il pareggio. Si va negli spogliatori con un San Paolo sempre meno amico.

    Ricomincia la ripresa e il napoli di Rafa Benitez mette praticamente sotto gli uomini di Di Carlo, e al 57° trovano la rete del 3 a 2 con l’indomoniato Mertens. A differenza del primo tempo questa volta gli azzurri non calano di concentrazione e provano fino all’ultimo ad aumentare il vantaggio, Pecchia inseriesce Higuain (al posto di Gabbiadini)  per trovare la rete del 4, ma l’argentino rimedierà soltanto un brutto colpo alla schiena. Insigne e Gragano terminanpo i cambi degli azzurri, che nel finale nonostante certi brividi portano a casa i 3 punti che tengono vivo il sogno Champions per il Napoli.