NAPOLI: CHE CAOS SULLA FASCIA SINISTRA

lo riportano in colleghi di CM.COM

[su_dropcap style=”flat”]A[/su_dropcap]nche sulla fascia c’è una situazione delicata in casa Napoli, forse anche più grave di quella provocata dall’infortunio di Lorenzo Insigne. A sinistra il Napoli è sguarnito e in modo preoccupante. La causa è il nuovo malanno di Zuniga, di entità misteriosa. L’esterno azzurro è attualmente ricoverato a Pisa dove sta sperimentando una cura a base di cellule staminali per recuperare alcune funzionalità del ginocchio destro, compromesse da un’infiammazione cronica dovuta all’usura anormale delle cartilagini, a quanto si è appreso. Un problema dovuto a delle calcificazioni ossee di un intervento subito nove anni fa in Colombia.

CALVARIO CAMILO – Nell’ottobre del 2013 Zuniga si operò per rimuovere queste calcificazioni, ma l’intervento non è servito a molto, visto che l’esterno soffre di nuovo del fastidio all’arto, anche se in modo meno problematico di prima. La strada sembra essere quella di una serie di terapie innovative per scongiurare l’intervento: il trattamento con le staminali è un modo per provare a risolvere il problema senza un lungo stop dovuto all’operazione.

EMERGENZA A GENNAIO – In ogni caso i tempi di recupero di Zuniga sono indefiniti. E in più è arrivata la conferma che la Coppa d’Africa si giocherà (ancora non si da dove) e quindi l’algerino Ghoulam sarà impegnato per circa un mese, da gennaio a febbraio. La prospettiva è un Napoli senza terzini sinistri, ma con il solo Britos che si adatta e Mesto che può giocarci, ma fuori ruolo. Urge un intervento sul mercato, per prendere almeno un elemento che possa agire sulla corsia mancina. Piace il belga del WBA Sebastien Pocognoli, esterno sinistro belga classe ‘87, ma anche e soprattutto il giovane talento Ricardo van Rhijn, classe ‘91 dell’Ajax e che può finire sul mercato nonostante abbia un contratto blindato fino al 2018. Soluzioni non costosissime e che possono rappresentare un investimento a breve termine, in particolar modo per l’olandese.

SI GUARDA IN SERIE A – Ma il Napoli guarda anche in Italia: è da tempo noto l’interesse per il giovane esterno destro svizzero Silvan Widmer, lui classe ‘93 e da questa stagione titolare nell’Udinese di Stramaccioni. Gioca a destra, però, ma può agire anche a sinistra. Viene considerato l’erede di Lichtsteiner e piace anche a Inter e Juventus. Sondato già quest’estate, quando il club azzurro cercava un’alternativa a Maggio che sembrava essere in partenza. Widmer non ha un costo particolarmente elevato (si parla di 8 milioni) ma difficilmente l’Udinese se ne priverà a gennaio. Piace anche Matteo Darmian del Torino, ma per lui c’è un discorso analogo a quello per lo svizzero. Per gli azzurri è più percorribile l’ipotesi di un giocatore straniero non molto “conosciuto” da prendere senza patire la concorrenza.