NAPOLI: Caccia ai record

Nel mirino Mazzarri e Benitez per prendere la Juve. Il primato dei punti (anche in trasferta e in casa), il minor numero di ko e di gol subiti. E Higuain...

Caccia ai record

lo scrive il Corr sport

Il Napoli di Maurizio Sarri, da domenica a Palermo all’ultima del San Paolo con il Frosinone a maggio, potrebbe riscrivere la storia del club nei campionati a venti squadre, arrivando a migliorare addirittura quattordici record.

Oltre ai due già ottenuti in largo anticipo in fatto di vittorie consecutive in campionato (8) e gol realizzati nella fase a gruppi di Europa League (22), con tanto di marchio registrato: primati assoluti.

E sia chiaro, non si tratta soltanto di numeri: mai come in questa occasione, infatti, la rincorsa scudetto passa anche e soprattutto attraverso un rendimento spaziale nelle ultime dieci giornate. Da record, appunto: per spodestare la Juve serve un’impresa memorabile. Memorabile, sì, che non significa impossibile.

record

LA CHIAVE 

Il tour in giro per l’Italia sembra essere la chiave fondamentale per aprire il cassetto dei sogni: perché se in casa il Napoli non ha mai perso e ha collezionato 36 punti, 4 più della Juve, è in trasferta che i bianconeri contano 7 punti in più (32 contro 25; 10 vittorie contro 7).

La differenza, in questo momento, la sta facendo il rendimento fuori casa, e ciò significa che gli azzurri dovranno accelerare sin dalla partita di domenica a Palermo.
Grande obiettivo, impresa memorabile: non si scappa. Tra l’altro, la corsa scudetto
vivrà le sue tappe decisive proprio in occasione di due trasferte: con l’Inter il 17 aprile e
soprattutto con la Roma il 24 aprile.

HIGUAIN

Nel mirino del Pipita, però, non c’è solo Cavani, ma  il record assoluto della serie A di Nordahl. 35 reti nel 1949-1950, non è poi così lontano.
E in quel caso, il dieci e lode non basterebbe neanche per cominciare.