A Napoli 11 Leoni con la fiorentina 11 … this is Zemanlandia

Contro il Napoli, il Cagliari di Zeman fu acclamato da tutti  i quotidiani nazionali, complice la scarsa prestazione dei difensori partenopei.

Succede sovente ormai, che dopo la partita della “vita”, gli sfidanti degli azzurri, ritornino immantinente nella loro dimensione di mediocrita’.

Non  me ne volgiano i puristi del pallone, per carità, ma e’ un fatto.

Capita che oggi  il Caglairi di Zemanlandia, faccia diventare la fiorentina “Luna Park”, tutti i viola sono saliti sulla giostra e il “MESSI” sardo Farias? il campione che diede filo  da torcere al Napoli? amici miei e’ ritornato il mediocre giocatore di sempre,.

A seguire il tabellino dell’incontro firmato gazzetta dello sport.


Viola scatenati al Sant’Elia: sblocca il cileno, Gomez ritrova il gol dopo 8 mesi, chiude i conti Cuadrado. Montella riprende quota con il secondo successo esterno consecutivo, Zeman non vince da cinque giornate: la classifica diventa pericolosa

Il Cagliari parte pressando alto. Nello stile Zeman. Ma la Fiorentina non si spaventa. Anzi, ribatte colpo su colpo. La prima occasione da gol è proprio della squadra viola con una bella punizione di Mati Fernandez respinta dal giovane portiere Cragno. La partita scivola via senza un attimo di respiro. I padroni di casa arrivano con facilità agli ultimi trenta metri mancando, però, nell’ultimo colpo. Più concreta la formazione di Montella, che sfiora il bersaglio con una girata di testa di Alonso respinta involontariamente da Gomez. E va al segno al 17’. Punizione velenosa di Mati Fernandez: la palla passa in mezzo a cinque-sei giocatori e termina in rete sorprendendo Cragno. Sospetta la posizione di Gonzalo Rodriguez che disturba il portiere del Cagliari. Gli allievi di Zeman provano a reagire. Ekdal (su assist di testa di Rossettini) si vede respingere la conclusione a colpo sicuro da un difensore viola e proprio in chiusura di tempo Ibarbo, dopo una micidiale accelerazione, si presenta davanti a Neto. Il tocco dell’attaccante termina di un soffio a lato. Un errore grave dopo una splendida azione personale.
 
La viola dilaga Al 10′ arriva il raddoppio dei viola. Mati Fernandez controlla il pallone al limite e con un rasoterra perfetto batte Cragno. La squadra di Zeman si lancia all’assalto concedendo facili contropiede alla Fiorentina. Al 17’ Borja Valero consegna un pallone d’oro a Gomez ma il bomber tedesco sparacchia alle stelle. Il Cagliari inserisce Dessena e Longo al posto dell’infortunato Ekdal e del deludente Farias. La manovra offensiva dei padroni di casa è sempre interessante. Ma non c’è un cannoniere in grado di valorizzare le tante iniziative. Al 25’ la Fiorentina si porta sul 3 a 0. Il gol lo realizza Mario Gomez lanciato da Mati Fernandez. Il centravanti tedesco macina metà campo da solo e batte il portiere del Cagliari. E’ la prima rete dell’ex stella del Bayern in questo campionato. Non è finita. Al 29’ è la volta di Cuadrado ad andare a segno su invito di Borja Valero. Il Cagliari sfiora il gol della bandiera nel recupero con tocco ravvicinato di Longo che centra il palo. Proprio una domenica da dimenticare. E ora per i ragazzi di Zeman la classifica diventa molto pericolosa.