IL MATTINO – Hamsik non gioca per tonsillite. E’ a rischio anche la nazionale

     

    A sorpresa fuori dalla lista ufficiale. Lui e Britos. Si sono perse le tracce del capitano prima della sfida alTorino. Che fine ha fatto Marek Hamsik? A casa con la febbre: «Tonsillite acuta» recita il bollettino medico, sottolineato anche dal medico sociale De Nicola.

     

    Eppure nemmeno dopo la rifinitura si era prospettata una soluzione del genere: ieri ha prevalso la prudenza. Marekiaro ne ha parlato ovviamente con Benitez, prima che la squadra si trasferisse da Castevolturno, direzione San Paolo. Le condizioni di salute sono peggiorate ieri, alla fine è stata presa la decisione di saltare la sfida con i granata.

     

    Era il personaggio forse più atteso, reduce dalla perfetta performance in patria: gol e assist che avevano steso lo Slovan e aperto al Napoli la strada per la qualificazione in Europa League. Si aspettava la conferma in campionato. Hamsik ha iniziato in chiaroscuro la stagione che dovrebbe essere per lui quella del riscatto dopo la flessione evidente dello scorso anno. Non ha mai segnato in campionato, in Europa invece sì.

     

    I timidi segnali di ripresa lasciavano intuire che contro il Torino, Marek sarebbe finalmente ritornato sugli scudi. Anche perché sta recuperando lo smalto e forse trovato finalmente la posizione tattica che meglio si addice alle sue caratteristiche. Se ne riparlerà al ritorno dello slovacco a Castelvolturno.

     

    Hamsik è stato regolarmente convocato per la sfida che la Slovacchia sosterrà contro la Spagna, non sarà una tonsillite a fermarlo per giunta in una gara che sulla carta si annuncia quasi proibitiva. Ne ha discusso a lungo con il medico De Nicola, oggi dovrebbe partire e raggiungere i compagni di squadra. Il Napoli beneficerà di qualche giorno di riposo, vista la sosta per gli impegni di tutte le Nazionali.

     

    Il Mattino