Marchetti sky: cambieranno panchina almeno in 3. Napoli, Sampdoria e Milan. E i destini sono incrociati.

    Parla Luca Marchetti a tmw

    Si parla tanto del valzer delle panchine. Ed è giusto farlo. Aprile è il mese in cui. In teoria, tutti cambiano tutto. In teoria.

    Generalmente ad aprile ti trovi a sfogliare una margherita molto ampia, prr poi ritrovarti con due petali spelacchiati e dire: ma davvero ho impiegato tutto il tempo che avevo a disposizione per questo?
    Allora per non farci travolgere dallo tsunami procediamo per ordine.

    In questo momento, sicuramente cambieranno panchina almeno in 3. Napoli, Sampdoria e Milan. Almeno secondo chi vi scrive. E i destini sono incrociati.

    A Napoli uno dei candidati è Mihajlovic, inutile nasconderlo. Come un’altro è Montella. Come un altro è straniero (si fa un gran parlare di Pellegrini). Ma la vera notizia è il tentativo che ha fatto il Napoli per Antonio Conte.

    L’attuale ct della Nazionale avrebbe dovuto fare part time il suo impegno azzurro (inteso come Italia) per la prossima stagione per poi dedicarsi anima e core al Napoli a partire dalla stagione sportiva successiva. La Figc ha detto no. E quindi non si va avanti pe questa strada. Ma questi dà il segnale di quanto il Napoli punti in alto.

    Non pone limiti alle proprie possibilità. De Laurentiis è un progetto che va avanti e non ha intenzione di tornare indietro, sia come nomi che come investimenti. Montella e Mihajlovic sarebbero due scommesse per il futuro. Scommesse garantite certo, ma con un curriculum, almeno internazionale tutto da costruirsi. In più su Montella grava quella clausola da 5 milioni che la Fiorentina pretende qualora qualcuno si avvicini al suo allenatore.