Marchetti: 2015 con tanti colpi di mercato. Ora si inizia, anche ufficialmente.

Shaqiri, Sneijder, Lavezzi… Ecco cosa ci aspetta in un gennaio incandescente.

Di: Luca Marchetti giornalista sky e tmw

Festeggiato? Intanto tantissimi auguri a tutti. Onorato di essere il primo dell’anno. Chi parla di mercato il primo dell’anno ne parla tutto l’anno. Evidentemente non avrei potuto farne a meno! Come non ne possono fare a meno tutti i nostri dirigenti… La sensazione è che anche oggi non si prenderanno un giorno di pausa… Non si può perdere tempo…

Non lo può perdere l’Inter che vorrebbe dare a Mancini il prima possibile gli uomini di cui ha bisogno. Uno, Lavezzi, ancora deve parlare prima con il Psg. Come sapete i due club hanno parlato in Marocco. Nessuno ha chiuso la porta, ma le priorità del Psg sono quelle di dover dare cassa. Insomma l’argentino non si regala. Ma si vende. Prestito con obbligo? Perché no… Ma bisogna parlare anche con il Pocho per sapere che ne pensa. Poi bisogna continuare a parlare con l’Arsenal di Podolski, soprattutto con Wenger che non sembra molto intenzionato a lasciar andare il suo attaccante. Strategia? Gli serve per il 4 e allo stesso tempo tira sul prezzo. Ma l’Inter non può perdere tempo. Quindi attenzione alle altre piste. Come Shaquiri?
Si. Ma sullo svizzero non ci sono solo i nerazzurri. L’Inter lo vuole eccome e sarebbe disposta anche a spendere i soldi che vuole il Bayern (15 milioni), anche se a giugno. Al Bayern sostanzialmente potrebbe andar bene lo stesso. Ma a questo punto è Shaquiri che vuole valutare bene… Perché c’è sia la Juve (che sta cercando un trequartista) sia l’Atletico Madrid. E anche il Liverpool. Il giocatore preferisce la serie A quindi italiane avvantaggiate. E la Juve si cautela: sono iniziati ufficialmente i corteggiamenti per Wesley Snejider, che è vero non può giocare in Champions, ma probabilmente rappresenta il top sul mercato adesso. Il Galatasaray vuole darlo via, la Juve lo prenderebbe a titolo definitivo. L’ingaggio è l’unico ostacolo. Ed è per questo che si segue con attenzione anche la vicenda Diamanti: il giocatore tornerebbe in Italia (alla Juventus) anche a piedi. E una mano (economica) potrebbe darla una cessione ovvero quella di Giovinco. Il piccolo attaccante bianconero lo vorrebbe fortemente il Bologna del neodirettore sportivo Pantaleo Corvino. La trattativa con il Bologna non è semplice, ma i rossoblu lo vorrebbero come uoomo simbolo della rinascita…
Continuano intanto Inter e Juve a trattare per gli altri giocatori nel mirino. Lassana Diarra da parte nerazzurra e Rolando da parte bianconera.
La Juve però ha dovuto incassare anche alcune dichiarazioni decise da parte di Tevez: non rinnoverà il contratto che scade nel 2016. Vuole tornare in argentina, così ha sempre detto e il Boca ci sta pensando. Addio anticipato? Non secondo Tevez, non secondo la Juventus che non ci pensa affatto a “monetizzare” il suo miglior giocatore. Si aspetta e si accettano le decisioni altrui, sotto l’insegna dell’interesse comune.
Il Milan e il Napoli dopo aver piazzato i loro colpi con anticipo ora programmano un gennaio di attese e strategie. Senza grandi patemi d’animo. Intanto i rossoneri hanno puntato Muriel (che però si è praticamente promesso alla Sampdoria). Ne hanno parlato con l’Udinese visto che ai friulani piace Niang. Ma l’attaccante francese può comunque andare ad Udine, anche senza Muriel. In più c’è da veificare la situazione di Okaka (che è in scadenza di contratto 2016 e non ha intenzione, avendolo già comunicato) di rinnovare i contratto).

Il Napoli incassa il gradimento di Lavezzi ma al momento non ha intenzione di riportarlo a casa. Staremo a vedere. Intanto si continuano a seguire i centrocampisti come Camacho e Suarez: potrebbero arrivare solo in caso di cessione di un centrocampista. Sondato (ma per giugno) Giulio Donati, difensore ora al Bayer Leverkusen.
A Roma si è parlato tanto di Ibrahimovic in questi giorni. Tutto è nato da un “consiglio”, presumibilmente non richiesto, di un quotidiano svedese a finire la carriera a Roma, individuata come meta ideale. Ibra però non ci ha mai pensato e al di là della suggestione non si è andato… Tanto è vero che sono arrivate anche le parole (con secca smentita) anche di Ibracadabra.
A Genova Greco ha lasciato il campo di allenamento per andare a Verona dove inizierà la sua nuova avventura. Per sostituire Pinilla (passato all’Atalanta) il nome più gettonato è quello di Facundo Ferreyra anche se bisogna aspettare il cambio di allenatore al Newcastle. L’alternativa è Marco Borriello il cui nome esercita sempre un grande fascino sulla tifoseria rossoblu. A proposito di rossoblu: il Cagliari ha chiesto Diakité (ora al Deportivo la Coruna) e vorrebbe Rafael come portiere. Il Verona vorrebbe cautelarsi con Berisha della Lazio, ma Lotito ha risposto no. Attenzione, su Rafael, anche al Bologna che vorrebbe uno fra lui e Sorrentino (in pole, in questo momento).