Marca: Benitez l’ideale per il real, pochi tecnici al mondo hanno la sua preparazione.

    Benitez, nella pienezza della maturità

    Benítez, en la plenitud de la madurez

    Enrique Ortego ha pubblicato un editoriale su Marca

    Ecco quanto tradotto da Napoletanosinasce.com:

    Da un punto di vista tattico  può più o meno piacere come fa giocare le sue  squadre di calcio. Personalmente, mi è piaciuto.

    Fisicamente non risponde a un profilo apollineo … ma pochi possono discutere  che Rafa Benitez Maudes arriva al Real Madrid nella sua pienezza come allenatore.

    In un’eta’ ideale per un tecnico, appena compiuti 55, nel suo curriculum c’e’ tutta la sua cultura sportiva: Valladolid, Extremadura, Osasuna e Tenerife prima di consacrarsi definitivamente con il   Valencia.

    Da quel momento in poi vince: due campionati i liga e la Coppa UEFA, in Premier (Liverpool e Chelsea) e Serie A (Inter e Napoli).

    Si è raffinato e preparato abbastanza per allenare il Real Madrid. Sicuramente. Esistono pochi tecnici in tutto il mondo con tanta preparazione, tanta dedizione e tanta conoscenza del calcio.

    Indipendentemente da ciò, naturalmente, a volte  sbagliato come gli altri,  cnegli acquisti, come nelle relazioni personali con chi gli sta intorno.

    Rafa è ora in un punto sostanziale della sua carriera sta arrivando  dove ha sempre voluto venire .

    Ha avuto la pazienza di aspettare. Poteva già sedersi in panchina al Bernabeu cinque anni fa, per  sostituire Pellegrini, ma aveva appena rinnovato per il Liverpool e non e’ certo il tipo che rompe gl impegni.

    Mesi dopo ha lasciato Anfield.

    Ora verrà con il suo metodo, il suo libretto tattico, e l’esperienza per essere l’artefice della rinascita del Real ,come gli ha  richiesto il  club.

    La sua esperienza come manager in inglese se la porta porta dentro, anche se sembra difficile conciliare le esigenze di  una squadra come il Real Madrid con qualsiasi altro lavoro.

    Dal punto di vista stilistico, il modello di gioco, al di là dei sistemi, al Real Madrid non dovrebbero  essere troppo ossessionati o preoccupati. Rafa ha abbastanza esperienza per adattarsi a giocatori che sono al suo  servizio.

    Ha preteso il massimo da tutti in tutti i luoghi dove e’ stato. L a squadra del Real Madrid sarà il meglio che ricevera’ nella sua carriera

    Con i giocatori già a disposizione oggi, sono certo che con Rafa  più gente verrà a godere più che mai negli allenamenti quotidiani e poi nelle partite.

    Questa è ora la grande sfida: accattivante, integrati nelle calcio e non di calcio innumerevoli sfaccettature che circondano un modello top, con risorse illimitate e le particolari idiosincrasie di un club in cui è cresciuto, ma che non appare più niente a come era nel suo tempo.

    Sicuramente è Benitez che deve entrare nel Real Madrid, il Real Madrid non Benitez.

    Ora puo’  allenare la squadra migliore che ha avuto nella sua vita.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA