Maldini si confessa: «Maradona il top»

Formidabili quegli anni.

Maldini e’ intervenuto alla trasmissione di gazzetv “Condo’ Confidential”

Di confidenze Paolo Maldini ne ha fatte davvero parecchie, ripercorrendo una carriera senza pari,  basti pensare alle cinque Champions League in bacheca, cui sono mancati due soli trofei: il Mondiale (nel ’94 l’ha perso in finale ai rigori) e il Pallone d’oro (nel ’94 e nel 2003 arrivò terzo).

Fra i temi toccati, la grandezza di Maradona, tante volte rivale in campo, è stato uno dei più nostalgici:

«Diego era proprio un bell’avversario.

E’ stato sempre picchiato abbastanza eppure non diceva nulla, a parte un paio di volte nelle quali perse la pazienza. Era molto, molto simpatico: parlava tanto, soprattutto prima che la partita iniziasse, e mi ricordo che nel tunnel arrivava sempre lamentandosi per qualche dolore, diceva “oggi non ce la faccio, mi fa troppo male il piede” e cose del genere.

Poi cominciava la gara e diventava un avversario incredibile, anche fisicamente era un mostro, non solo tecnicamente. E poi aveva una tale personalità da trascinare tutta la squadra, tutto l’ambiente…».