Lotito: “Scelgo di rinunciare a posizioni di governance!”

    Il presidente della Lazio preferisce non ricoprire cariche importanti sotto la presidenza di Carlo Tavecchio per evitare che nasca una rottura tra le varie componenti.

    La FIGC è pronta a muovere i primi passi sotto la presidenza di Carlo Tavecchio, che ha presto il posto del dimissionario Giancarlo Abete battendo la concorrenza di Demetrio Albertini. In attesa di conoscere il nuovo commissario tecnico, bisognerà nominare il vicepresidente.

    Ruolo che non verrà svolto sicuramente dal presidente della Lazio Claudio Lotito. Il massimo dirigente biancoceleste ha preferito fare un passo indietro per evitare che vengano alzati polveroni: “Scelgo di rinunciare a posizioni di governance, vale a dire la vicepresidenza o la responsabilità del club Italia”.

    “Prima vengono le idee e i progetti, poi le persone. Anche per l’armonia delle componenti, questa è la scelta giusta“, ha concluso come riporta l”Ansa’. Lotito è stato tra i maggiori sostenitori della candidatura di Tavecchio, anche a seguito delle critiche ricevute per le frasi a sfondo razzista.

    Fonte:goal.com