Lo staff sanitario azzurro è il migliore d’Italia: zero infortuni e studio sul DNA

    zero infortuni

    L’ennesimo primato stagionale: Zero infortuni

    Ennesimo primato per lo staff medico azzurro, un eccellenza che lavora senza le grandi strutture degli altri club.

    Zero infortuni e studio sul DNA.

    Il Napoli Lab, se così si può dire,ruota intorno al prof. De Nicola. Con lui cisono Enrico D’Andrea (medico fisiatra) e Raffaele Canonico (specialista in medicina della sport) e la squadra dei fisioterapisti:Massimo Buono (si occupa dei recuperi sul campo e della prevenzione), Giovanni D’ Avino(terapista manuale), Fabio Sannino e Marco di Lullo (terapisti posturali) e Marco Romano (masso terapeuta).

    A salvaguardare la salute di Higuain e compagni ci pensano loro, tutti assieme. Cercano di vedere le cose prima che si manifestino, prevenendo in maniera scientifica.Prima e dopo gli allenamenti tutti si affidano alle mani esperte dei medici. A questo si aggiunge il tassello innovativo dello studio del Dna grazie al professore Antonio Giordano, docente presso la Temple University di Philadelphia e direttore dello Sbarro Institute per la ricerca sul cancro che, per la prima volta, nell’estate 2014, ai giocatori ha prelevato un campione di saliva per studiare il comportamento dei geni durante e dopo lo sforzo. Il Napoli Lab è questo incrocio mirabolante di passione e competenza. E di professionalità da Champions League.

    Il Napoli è campione d’Italia. La casella degli infortunati, infatti, dice: zero infortuni.