Lo sapevi che il libero è nato in Campania nel torneo dei Bar. Il Bar fiore del Vasto era una corazzata

Lo sapevi che il libero è nato in Campania nel torneo dei Bar

Il libero è nato in Campania. Il ruolo del difensore “libero” vide la luce durante una gara nel torneo dei Bar, manifestazione che prese piede in Italia nell’immediato dopoguerra.

Di Gregorio Di Micco

IL TORNEO DEI BAR E LA NASCITA DEL LIBERO

Nell’immediato dopoguerra presero piede i tornei dei bar. Vi prendevano parte formazioni abbastanza solide ed equilibrate, con giocatori provenienti da varie categorie, anche di serie A. Per molti di essi era anche un modo per arrotondare le magre entrate dell’epoca. Non esisteva la tv, i diritti televisivi erano molto di là da venire ed i calciatori erano tutt’altro che i divi strapagati di oggi.

A Salerno, proprio in uno di questi tornei, Totonno Valese sperimentò la nascita del libero, subito copiato da Gipo Viani, allenatore della Salernitana, il quale furbescamente si appropriò dell’innovazione e la adottò nello schieramento tattico della squadra granata ricavandone lauti ingaggi e una fama duratura.

Di qui il nome di Vianema affibbiato al sistema di gioco italiano, quello che per decenni ha previsto l’utilizzo del libero in difesa. Sistema di gioco adottato in tutto il mondo. Anche a Napoli i tornei dei bar furono molto seguiti e diffusi. Nella foto a lato, poco chiara perchè ripresa da un giornale dell’epoca, s’intravede una delle formazioni più famose, il Bar Fiore del Vasto, guidato da Renato Fiore, fratello di Roberto che negli anni successivi costruì il miracolo del Napoli di Sivori e Altafini provocando la gelosia di Achille Lauro.

Il Comandante, vistosi ridimensionato nei confronti dei tifosi azzurri, eliminò Fiore dal vertice della dirigenza. Nella squadra del Bar Fiore militavano giocatori famosi come Ciccone, Di Costanzo e Milano.

L’allenatore era Mimì De Nicola, presenza fissa negli anni sessanta al Vini e Cucina di Mergellina dei coniugi Moccia.

toneo dei bar

Nella foto del 1947 s’intravedono, da sinistra: l’allenatore Mimì De Nicola, Troncone, Sacchi, Capaldo, Cocozza, Accetta, Di Costanzo, Milano, il presidente Renato Fiore; accosciati: Isola, Busiello, Ciccone, Polacchi.

Scopri tante curiosità su Napoli con la nostra rubrica: lo sapevi che …Napoli

Lo sai perchè a Napoli il salumiere veniva chiamato ‘O casaduoglio ?