Lo sapevi che: il tesoro di boscoreale, fu portato clandestinamente in Francia e rivenduto

A BOSCOREALE UN TESORO DEGNO DEL LOUVRE

Di Gabriella Cundari

Il tesoro di Boscoreale

Nel 1895 Durante alcuni scavi in  una villa romana della Pisanella, trovarono delle  stanze che poi si riveleranno essere il quartiere rustico della villa di Cecilio Giocondo, altrimenti detta “Villa del Tesoro”.

All’interno furono rinvenuti un insieme di 109 pezzi di oreficeria, soprattutto in argento, del I secolo d.C.

Attualmente il tesoro e’ conservato presso il museo del Louvre di Parigi.

E qui viene il giallo:

Nel maggio successivo alla scoperta i pezzi, esportati clandestinamente in Francia dai fratelli Canessa, antiquari napoletani, furono donati al museo del Louvre dal barone Edmond James de Rothschild, che li aveva acquistati per mezzo milione di franchi.

Il barone acquistò nel settembre dello stesso anno altri cinquantaquattro oggetti del servizio da tavola, donandoli ancora al museo, e venne in seguito imitato da altri collezionisti che avevano acquistato altri pezzi del tesoro, mentre i monili d’oro vennero acquistati dall’amministrazione dei musei nazionali.

Con la realizzazione di una copia della testa di Agrippina, conservata al British Museum di Londra, l’intero tesoro venne ricomposto ed esposto nella “sala dei gioielli antichi al Museo del Louvre.

Per esser sempre aggiornato su tutte le curiosita’ su Napoli, seguici anche su facebook, diventa fan della nostra pagina®

©RIPRODUZIONE RISERVATA