Libertino:’Questi non sono sfottò, fermateli’

     

    Di : Giuseppe Libertino

    [su_dropcap style=”flat”]N[/su_dropcap]on mi spaventa il botta e risposta fra tifosi del Napoli e quelli della Roma.
    L’ ‘avviso-minaccia’ partenopeo, l’ ‘attesa’ giallorossa.
    Ecco gli ultimi striscioni. In una settimana.

    Questa gara mai più si giocherà con entrambe le tifoserie presenti. Purtroppo. C’è odio ed odio resterà. Pur essendo il tifo/la curva romanista -quel che preferite- in torto marcio, per i fatti che tutti conosciamo. Quei tragici fatti.
    Mi spaventa, mi sconcerta più di tutto il: ‘se occasione ci sarà, annateve a lavà’. Come se da un lato ci fossero, (con il massimo rispetto) un abitante del Botswana e dall’altro quei nordici dei regni di Svezia e Norvegia.
    Il romanista se la sta cercando sempre più invece di stemperare. L’unica cosa che avrebbe dovuto fare da maggio scorso a questa parte. Stemperare.
    Una sottocultura spaventosa. Un degrado italiano e da stadio, terribile. Sfogate altrove, il pallone non vi appartiene.