Libertino: Sara’ un’annata di sacrificio

    2-2 Day.

    Due punti in tre gare.Tre gare agevolissime sulla carta.

    Di : Giuseppe Libertino

    Ricordo quei 9 punti ipotizzati dai tifosi accecati. Con quattro debolissimi dietro, la difesa così alta è un rischio contro chiunque.

    Anche con l’Empoli di Giampaolo, una squadra che non ha mai avuto un gran gioco nella sua gloriosa storia. Neanche con l’attuale allenatore del Napoli Sarri, lo scorso anno.

    Ma l’Empoli aveva nel campionato passato ed ha ancora tra le sua fila due giocatori importanti che salvano la truppa toscana: Saponara e Tonelli.

    Il Napoli pensò bene di comprare altri due di questa squadra che lotta ogni anno tra la A e la B. Peccato. Adl aveva quasi acquistato Astori e un altro DOVEVA prenderlo.

    Forte. Con due forti dietro, sacrificando Callejon, quest’anno poteva essere un grande testa a testa con Roma, Juventus e Inter.

    Messi così, il quarto-quinto posto è la dimensione ideale del Napoli targato Sarri.

    Un suicidio imperdonabile per la società azzurra. La prossima sarà in casa contro la Lazio, in teoria, più attrezzata delle altre tre squadre affrontate in campionato.

    Sarà un’annata di sacrificio. In attesa di Lazio-Udinese e del derby di Milano, da ieri sera in serie A non si fa che pareggiare.