Anche l’Atalanta avrà il nuovo stadio entro il 2017

     

    antonio_percassi_1

     

    La nuova frontiera del calcio moderno è senza dubbio quello dello stadio di proprietà:

    in Italia questo è un problema bello grosso, anche se diverse società hanno iniziato a mobilitarsi per costruire nuovi impianti o ristrutturare quelli vecchi.

     

    Lo Juventus Stadium ha aperto la strada, ora toccherà alla Roma mentre Cagliari e Udinese hanno preferito la strada della ristrutturazione. A quanto pare non vuole essere da meno neanche l’Atalanta che, secondo quanto affermato dal Presidente Percassi, ricostruirà l’ Atleti Azzurri d’Italia rendendolo agibile secondo le norme UEFA entro il 2017.

    E’ proprio l’Europa a spaventare i club medio-bassi che, in caso di qualificazione, si ritroverebbero a dover fare corse contro il tempo per investire sugli impianti ed acquisire licenze (cosa che è stata letale per il Parma). Proprio per questo motivo al momento lo stadio designato dalla Dea per eventuali match continentali è quello di Modena. Per ovviare a questo problema, risparmiando sulle trasferte e facendo quindi il passo decisivo per poter ambire a traguardi più ambiziosi, Percassi ha deciso di investire in un progetto di ristrutturazione che vedrà lo stadio della squadra bergamasca completamente ricostruito.

     

    Il nostro progetto è praticamente pronto, abbiamo anche già il plastico che nella recente visita del ct Antonio Conte a Zingonia abbiamo potuto mostrare. Vogliamo ristrutturare il Comunale, l’idea è quella di abbattere e rifare prima la Curva Pisani e poi la Curva Morosini, per ultima toccherà alla Tribuna Centrale mentre per la Creberg sono previsti interventi nella parte sottostante. Via tutte le barriere e copertura completa, vogliamo completare tutto entro il 2017. Presenteremo il progetto quando avremo concluso gli accordi con il Comune e con l’Albinoleffe

    Atalanta ed Albinoleffe dividono, infatti, l’utilizzo dell’impianto e nel 2017 scadrà l’accordo con il comune per l’affitto. L’idea della società di Percassi è di riuscire a depositare il progetto trovando un accordo anche con la controparte, riuscendo ad avere l’esclusiva e poter ricorrere al metodo più conveniente per la gestione del terreno, vale a dire una concessione a lungo termine di circa 99 anni. 

    Anche l’Atalanta si muove, dunque, per avere uno stadio tutto suo: l’ambizione di società serie a raggiungere traguardi importanti si vede dalle basi, e l’idea di un nuovo stadio è una base più che mai solida su cui costruire sogni di gloria.