L’arte dei pazzi: I giocatori Italiani hanno prezzi fuori mercato

Analisi di un calciomercato assurdo

L’arte dei pazzi.

Di: Francesco Pollasto

Dicesi “arte dei pazzi” quella modalità del comportamento di alcuni procuratori, che pur avendo in procura normali e/o modesti giocatori, non solo tendono a sopravvalutarli, ma rifiutano anche sostanziose offerte economiche .

In principio’ fu’ Cairo, che rifiuto ben 12 milioni di Euro, ma chi li ha visti mai, aggiungiamo noi! e nemmeno in sheck.

Per l’editore sabaudo il difensore Nikola Maksimović ne vale 25, in relazione alla regola che il Milan “tanto ha pagato Romagnoli”, regola nuova, evidentemente appena entrata nei libri di economia e finanza, ma cosa avra’ fatto mai questo per valere  50 miliardi delle vecchie lire?, forse ce lo dira’ lo stesso Cairo su qualche giornaletto, che mettera’ in edicola! del tipo: Costruisci il tuo Nikola Maksimović in 25,000,000 di dispense , ogni dispensa in edicola a 1 euro.

Poi il Verona, solo a scriverlo mi viene l’orticaria, che valuta Sala, fior di quattrini.

Satasera, Dulcis in fundo e’ il turno della Sampdoria, la squadra del Viperetta, che ha rifiutato la pazza offerta del Napoli di ben  15 milioni di euro per soriano, che non e’ una razza felina, ma un discreto giocatore!

Cosa dire se non “L’arte dei pazzi”?


 ©RIPRODUZIONE RISERVATA