La Sampdoria punita da Tosel con 30mila euro di multa

    La Sampdoria se la cava con 30mila euro di multa

    Non fa discutere  sui giornali e nei salottini tv la decisione di Tosel, i cori offensivi e le bottigliette lanciate ad Orsato a fine gara a Marassi, valgono meno di un vasetto di yogurt che costo’ la chiusura del San Paolo.

    In tutta onestà questa In-giustizia sportiva fa sorridere, Tosel, che non guarda e non ascolta, si attiene al giudizio degli ispettori federali, che puntualmente restano anonimi, una situazione ridicola.

    Come ridicola sembra la motivazione del giudice sportivo nel dare la sanzione, ormai siamo al paradosso.

    Sampdoria punita

    “Ammenda di € 30.000,00 : alla Soc. SAMPDORIA per avere suoi sostenitori, nel corso dellagara, indirizzato reiteratamente ai sostenitori della squadra avversaria cori insultanti espressivi di  discriminazione per origine territoriale; per avere inoltre, al termine della gara, lanciato in direzione dell’Arbitro, all’uscita dal recinto di giuoco, due bottiglie piene in plastica; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza”

    Questo e’ il comunicato ufficiale, fate voi, che sicuramente siete i migliori giudici possibili.