La Gazzetta: super Higuain, Benitez a -2 dal terzo posto

    LA GAZZETTA: PIPITA D’ORO

    Gli spettatori stanno ancora riprendendo posto quando il Napoli ad inizio ripresa fa tre ad uno.

    De Silvestri regala un pallone ad Insigne sulla trequarti, la volata di Lorenzo si conclude con un destro all’angolino di rara precisione e la corsa sotto la Curva B. Una soddisfazione meritata per questo ragazzo frenato in stagione da un brutto infortunio e ieri per la prima volta capitano del Napoli.

    La reazione Samp era in un colpo di testa di Silvestre respinto da Andujar dopo che i blucerchiati a ragione si erano lamentati con Doveri per la mancata seconda ammonizione a Britos che tratteneva Okaka fuori area. Il ritmo evidentemente calava, la Sampdoria provava a mettere la testa fuori dal guscio mentre il Napoli si rintanava accorto e non correva particolari pericoli.

    Anzi, Lopez scalda i guanti di Viviano con un potente destro alla mezz’ora. La sagra degli errori in casa Samp non è ancora finita: Viviano e De Silvestri ne combinano un’altra lasciando a Ghoulam il pallone in piena area, passaggio semplice per Hamsik che viene steso da De Silvestri.

    Il rigore lo trasforma Higuain con la consueta freddezza (ventisei gol in stagione). La cinquina non arrivava solo perché Hamsik sparava su Viviano in contropiede, nonostante fosse tutto solo davanti al portiere ospite. Poi Zapata si vedeva murare una conclusione a botta sicura da pochi passi e Muriel faceva due a quattro con un missile terra-aria dalla distanza.

    Roba da applausi, come la prestazione del Napoli.

    Higuain trasforma il rigore del 4-1. Ansa