LA gazzetta: Strinic+Gabbiadini, i botti del Napoli

Lunedì la firma del croato, svincolato dal Dnipro. E anche per la punta l’accordo è a un passo.

GABBIADINI La trat­tativa tra Napoli e Sampdoria è cosa fatta. L’attaccante è in comproprietà tra la società di Ferrero e la Juve e i 12 milioni investiti da Aurelio De Lauren­tiis andranno divisi tra i due club.

L’attaccante doriano è sta­to individuato da Riccardo Bi­gon che lo ha sottoposto a Rafa Benitez: sono bastati un paio di giorni perché direttore sportivo e allenatore convenissero sulla bontà dell’acquisto da fare.

Con l’inizio del nuovo anno, dun­que, verrà definito tutta l’ope­razione compresa quella del contratto da sottoporre al gio­catore. In questo senso, qual­che problema c’è stato, perché Gabbiadini ha un contratto per­  Il giocatore percepirà un ingaggio di 1,5 milioni di eu­ro a stagione per i prossimi 4 anni. Con lui, Benitez avrà un’alternativa di valore sulle due fasce. Il doriano, infatti, è abbastanza duttile, gioca sia a destra sia a sinistra e, aspetto non secondario, ha un buona percentuale di realizzazioni.

STRINIC FIRMA Questione di ore, dopodiché l’allenatore spa­gnolo avrà a disposizione il se­condo rinforzo. Si tratta di Ivan Strinic, 27 anni, esterno sini­stro del Dnipro e in scadenza di contratto a fine mese, col club ucraino.

Il suo ingaggio si è reso necessario per dare maggiore consistenza alla fascia sinistra, già privata di Zuniga, infortu­nato, e che ad inizio gennaio perderà anche Ghoulam, impe­gnato in coppa d’Africa. Il gio­catore guadagnerà 1,6 milioni a stagione per i prossimi 4 anni e non ha avuto alcuna esitazio­ne nello scegliere Napoli quan­do la Dinamo Kiev l’ha tentato con uno stipendio superiore.