La gazzetta: Napoli porta aperta L’Europa è di Rafael ma Andujar sorpassa

Niente più gerarchie, adesso tocca a Mariano Andujar.

Dopo Palermo, Rafa Benitez s’è convinto a mettere da parte Rafael e a dare fiducia all’ex numero uno della nazionale argentina, a lungo tenuto in panchina salvo poi proporlo nelle due sfide di Coppa Italia, contro Udinese e Inter, uniche presenze stagionali prima dell’esordio in Europa League, giovedì, a Trebisonda, e in campionato contro il Sassuolo, lunedì sera.

Per il portiere argentino parlano i numeri: con lui in campo, il Napoli ha vinto 5 partite su 5. E se solo si vuole dare retta alla scaramanzia, allora Andujar può stare tranquillo.

Nelle gerarchie estive di Benitez lui sarà solo il dodicesimo, dopo la partenza di Reina l’allenatore decide di puntare tutto su Rafael il cui rendimento risulterà alterno.

Andujar è amico di Higuain ed è ben voluto dai sudamericani. Così, l’errore del titolare a Palermo serve al tecnico per rivedere le convinzioni: il momento è propizio per vedere all’opera l’ex portiere dell’Argentina.

E, così, Andujar diventa titolare più per acclamazione dello spogliatoio che per scelta tecnica. Con lui il Napoli ha sempre vinto: 2 vittorie in Coppa Italia, 2 in Europa League e una in campionato.

Il futuro è tutto nelle sue mani, come quel secondo posto che è diventato l’obbiettivo primario del club per ritornare a giocare la Champions League.