La gazzetta: Gabbiadini, cose turche Gol, assist e’ il Napoli vola.

Trabzonspor stordito dal gran primo tempo degli azzurri

Il Gabbiadini-show porta il Napoli agli ottavi su una carrozza dorata: un assist al bacio e un gol di altissima classe e dopo appena 27’ il Trabzon si ritrova fuori concorso.
Non è pensabile, adesso, che Benitez releghi di nuovo in panca, come accaduto alla Favorita, il neo acquisto di De Laurentiis.

L’ex doriano (già molto rimpianto dalla Samp) continuando così diventerà un punto fermo anche della Nazionale. Punta moderna (ieri ha fatto pure numerosi ripiegamenti pur avendo le spalle protette da un diligente Henrique)
sta dimostrando a ogni partita una condizione psicofisica esemplare, che oltretutto lo ha portato a bersaglio quattro volte in cinque gare. Ma quel che più conta è la sua disponibilità a faticare per la squadra.

Entusiasmante la cavalcata con la quale ha disegnato una diagonale destra-sinistra per concludere la sgroppata con un traversone rasoterra dai giri contati per l’accorrente Higuain.

Ancora più esaltante per il popolo azzurro (trecento «pazzi» sono arrivati anche quaggiù) il numero che Gabbiadini regala sulla verticalizzazione di Albiol che lo raggiunge appena entro l’area, spalle alla porta.

Beh, Manolo addomestica lo spiovente esibendosi in un elegantissimo quanto difficilissimo controllo in giravolta con tocco sull’uscita del portiere «al buio», nel senso che l’attaccante azzurro ha «sentito» la porta più che vederla ed è riuscito a piazzare la sfera fra le gambe di Arikan.