Kramer: “Il calciomercato è come la tratta degli schiavi”

 

 

Kramer “Il calciomercato è una moderna tratta di schiavi”

 

Christoph Kramer ha perso la pazienza. La sua estate era cominciata alla grande: giocò titolare la finale mondiale partecipando al trionfo della Germania, ora si ritrova in un incubo che dura praticamente da quel giorno: finite le vacanze, è tornato al Borussia Mönchengladbach, dove si è messo in luce l’anno scorso e dove sarebbe in prestito fino al 2015. Rudi Völler, che l’ha scoperto, lo rivuole subito al Bayer Leverkusen, società proprietaria del suo cartellino.
 
E mentre i due club litigano, non c’è nessun terzo che gode: non il Napoli, che ha cercato il centrocampista 23enne senza successo, non lui, che non ne può più dell’incertezza sul suo futuro.
 
“Il calciomercato è una moderna tratta di schiavi”, ha dettoKramer a Der Spiegel. “Se io non voglio giocare in una squadra, non giocherò in quella squadra. Decido io dove andare”.
 
Pochi giorni prima aveva fatto capire le sue intenzioni: “Mi rivuole il Leverkusen? Io sono stufo di andare avanti e indietro“.
 
Quando Kramer cadde bruscamente a terra durante Germania-Argentina, si rialzò e chiese a Rizzoli se quella partita era davvero la finale del Mondiale. Fu costretto a uscire, ma divenne campione del mondo. Stavolta, quando si risveglierò da quest’incubo, vorrà sentirsi semplicemente un giocatore e non uno schiavo.
 
fonte :Gazzetta