Giuve e Roma tifano contro Napoli?

     

    Juventus e Roma ai gironi di Champions League, mentre il Napoli dovrà superare il Bilbao. Tiferanno per i milioni del torneo o per più Italia in Europa?

    Essere o non essere, gufare o non gufare. Scegliere una via o l’altra. E’ questo il possibile dilemma diJuventus e Roma riguardo l’approdo o meno del Napoli nella fase a gironi della Champions League, dove giallorossi e bianconeri sono già approdati in virtù del primo e del secondo posto nella scorsa Serie A.

    Si sono svolti nella giornata odierna i sorteggi per i dieci playoff di Champions, che permetteranno alle dieci vincitrici di approdare alla fase a gironi: il Napoli se la vedrà probabilmente contro la squadra più ostica dell’urna, ovvero l’Athletic Bilbao di Valverde.

    Saranno due o tre le squadre italiane in Champions? Lo scorso anno furono tre, Napoli e Juventus subito, più il Milan approdato ai gironi grazie a Boateng, poi ceduto immediatamente dopo allo Schalke 04. Altra storia, altro anno, altra stagione.

    Dicevamo, il dilemma. Juventus e Roma, infatti, avrebbero a disposizione decisamente più milioni qual ora il Napoli non dovesse superare l’ostacolo Bilbao: questo in virtù del market pool UEFA, ovvero il catino da qui tutte le squadre qualificate in Europa ricevono milioni sonanti.

    I milioni del market pool si dividono tra le squadre partecipanti, con diversi dettagli per suddividere il lotto (gare giocate, vittorie e pareggi, posizione ottenuta nel campionato precedente e market pool della federazione di riferimento. Grazie al potere delle tv i club di A ricevono più milioni degli altri campionati).

    Con una sola squadra il 100% dei milioni è di tale team, mentre con due squadre ai gironi la prima del precedente campionato riceve il 55% e la seconda il 45%. Con tre la suddivisione è di 45-35-20. Roma e Juventus dunque guferanno contro il Napoli per questo motivo?

    Di certo il passaggio del Napoli ai gironi permetterebbe all’Italia di avere tre squadre, pareggiando la Spagna, vista l’eventuale addio del Bilbao. Un passettino per recuperare punti nel ranking e attenzioni internazionali. Più che i milioni personali servirebbe guardare all’insieme.