Italia-Croazia: Fischi a San Siro durante i due inni e fumogeni in campo

Come successo in occasione della sfida a Euro 2012, Italia-Croazia viene sospesa per qualche minuto a causa del lancio di fumogeni in campo dalla curva croata.

 Italia-Croazia viene ancora una volta caratterizzata dalla tensione e il match nuovamente sospeso per qualche minuto a causa del lancio in campo dei fumogeni da parte dei tifosi croati.

La prima volta era successo durante il match di Euro 2012, quando con l’Italia in vantaggio 1-0 (poi pareggiò Mandzukic) la curva croata causò l’interruzione temporanea del match con il lancio sul terreno di gioco di alcuni fumogeni.

Stessa storia a San Siro: Perisic pareggia il goal di Candreva e per ‘festeggiare’ i tifosi croati tirano due fumogeni in campo, costringendo l’arbitro a fermare il match per circa due minuti.

Fischi a San Siro durante i due inni nazionali di Italia e Croazia prima della partita fra le due nazionali di qualificazione a Euro 2016. Sono stati scanditi fischi da una parte del pubblico all’inizio e alla fine dell’inno croato e quando la banda ha intonato l’inno di Mameli hanno replicato alla stessa maniera i circa 10mila supporter ospiti.

In 5.000 hanno seguito la Croazia nella trasferta a Milano e nel pomeriggio Piazza Duomo si è colorata di biancorosso, senza però rendere necessario l’intervento della polizia.

Polizia che si è invece schierata in assetto antisommossa dopo un accenno di tafferugli nel corso della partita. Le prime avvisaglie c’erano state durante gli inni nazionali, fischiati da ambo le parti.