Io mi fido, questo pessimismo non mi appartiene

     

    Di :Fabrizio Piccolo

    Io mi fido, questo pessimismo non mi appartiene

    Che ci voglia un po’ più di prisa e un po’ meno di pausa sì, è vero, ma dico la verità: tutto questo catastrofismo sulla campagna acquisti del Napoli non lo condivido.

    Come ti volti senti offese a De Laurentiis, ululati di delusione per l’arrivo mancato di giocatori che se solo fossero stati buttati là qualche mese prima sarebbero risultati perfetti sconosciuti e ancora “fatwa” sul disastro per l’accoppiamento di Champions e file di teste fasciate ancor prima di essere rotte.

    Anche nei dibattiti tra gli addetti ai lavori si respira pessimismo cosmico, come se noi gli Higuain, gli Hamsik, i Callejon, i Mertens e potrei andare avanti, li avessimo venduti al miglior offerente. Invece stanno qua, con noi. E hanno fiducia, loro che pure a buon diritto avrebbero potuto lanciarsi in avventure più ricche e foriere di successi.

    Noi invece stiamo a rimpiangere Reina e Behrami e parliamo di squadra indebolita. Cominciamo dalle scelte “societarie”. Io credo sia legittimo che il Napoli non avesse intenzione di pagare un contratto di oltre 4,2 milioni di euro a un portiere bravissimo ma ultratrentenne.

    Dobbiamo farcene una ragione, al momento non ci si può permettere questo tipo di stipendi, che comporterebbe un’inevitabile corsa al rialzo da parte di tutti gli altri. Sento cori indignati anche per le resistenze a chiudere per Fellaini (altro nome che detto prima dei Mondiali forse avrebbe fatto preoccupare i più. Io non so come andrà a finire, mi auguro bene e che il belga possa arrivare ma capisco che spendere 4,5 milioni solo per il prestito di un giocatore senza sapere se sarà possibile riscattarlo (a oltre 20 milioni) l’anno prossimo mi sembra legittimo.

    Si dirà: ma così non si vince mai. Non lo so, io resto ottimista perché molti dei decantati acquisti delle rivali del Napoli secondo me qui farebbero panchina. Perché mi fido di Benitez a prescindere da quali saranno le sue decisioni per il contratto da rinnovare o meno.

    Perché finora in un anno il Napoli non ha sbagliato un solo acquisto, compresi gli ultimi due Koulibaly e Michu che, quando avrà riacquistato un minimo di condizione “scasserà” tutto. Perché Zuniga e Hamsik non li avevamo un anno fa e neanche Mesto che pure sarà utile. Perché Ghoulam e Jorginho non potranno che fare meglio ma anche Insigne, se si tranquillizza un pochino.

    E perché vi chiedo: ma siete sicuri che se fosse arrivato, chessò, un Lucas Leiva di questi noi ora saremmo tranquillissimi contro l’Atletico Bilbao? O un Nacho Camacho? Saremmo scesi con trombe e bandiere per strada se avessimo già con noi un Mario Suarez? Io dico che anche senza questi il turno lo passiamo.

    E perché chiamatemi illuso ma io credo che entro il 31 agosto arriveranno due colpi importanti. E se sbaglio, ed avranno ragione i più critici, sono pronto a prendermi fischi e pernacchie.

     

    © riproduzione riservata previa citazione della fonte WWW.Napoletanosinasce.it