Intervista esclusiva a Bruno Mazza dell’associazione “Un’infanzia da vivere”

    Intervista esclusiva a Bruno Mazza dell’associazione “Un’Infanzia da vivere.” Ciao Bruno, grazie per averci concesso l’intervista, partiamo subito con le domande

    Parlaci dell’associazione:

    L’associazione “Un’infanzia da vivere” nasce nel Giugno del 2008 per volontà dei residenti del Parco Verde di Caivano.  L’associazione, che conta circa 200 soci, nasce con l’intento di dare un’alternativa concreta ai bambini e ai giovani del Parco Verde.

    Abbiamo costruito un campo di calcio, grazie all’ aiuto della fondazione Cannavaro Ferrara Onlus, dove oltre 200 bambini al giorno vengono a giocare e a svolgere le nostre attività.  Il progetto mira al recupero delle aree abbandonate ma principalmente tende al recupero dei ragazzi del quartiere e mira ad allontanarli dalle aree di spaccio.  

    La nostra associazione vuole essere un mezzo di aggregazione sociale e proprio con la costruzione del campetto di calcio e l’organizzazione di tornei quotidiani cerchiamo di contrastare l’evasione scolastica dei nostri bambini ed adolescenti.

    Cosa ti ha spinto a creare questa associazione?

    “Sono stato in carcere per dieci anni ed ho visto molti bambini e ragazzi che stavano intraprendendo il mio stesso percorso, così ho cercato di fare qualcosa per loro, per non fargli commettere i miei stessi errori.”

    Quali sono le vostre attività??

    Oltre alle attività sportive (con tornei di calcio quotidiani), ci stiamo occupando di un progetto per la raccolta differenziata( No rifiuto, io riciclo), che sensibilizza le persone di Caivano a fare la raccolta differenziata. Ci stiamo inoltre occupando di una campagna di sensibilizzazione per l’uso del casco, per spiegare ai più giovani dell’importanza di indossare il casco in scooter e moto.

    Un altro progetto che stiamo realizzando si chiama “Mani in arte”, con la collaborazione della comunità Luigi Del Prete, Confimpresa Campania(che ci ha messo a disposizione la progettazione dei lavori e la messa in sicurezza degli stessi)e Tecnols di Marigliano (che ci ha donato l’impianto elettrico). Con progetto vogliamo insegnare a molti giovani e ragazzi a fare il pane e panini(da dare ai nostri soci) in modo da insegnargli un mestiere e avvicinarli alla realtà lavorativa ed imprenditoriale. Vogliamo fare un ‘appello alle aziende ed ai privati, chiediamo dei materiali che ancora ci mancano per lavorare al progetto, un banco di lavoro, qualche impastatrice, qualche pala per sfornare il pane. Chiunque sia disponibile a donarci questi materiali ci può contattare tramite il nostro sito web.

    Abbiamo collaborato con la società farmaceutica Farvima S.P.A di Mirko De Falco, con il Bando Parole Semplici.

    Abbiamo anche fatto due lotterie di beneficenza, una in cui abbiamo messo all’asta la maglia di Danilo D’Ambrosio del Torino e di Lorenzo Insigne del Napoli, con le firme di tutti i giocatori delle relative squadre, un’altra con l’artista Alex De Pase, tatuatore e ritrattista di livello internazionale, in modo da incentivare una raccolta fondi per la nostra associazione.

    Stiamo collaborando con un’ altro progetto sulla raccolta dell’olio esausto con l’azienda L.E.M in collaborazione con l’ufficio ambiente del Comune di Caivano, Forum Comunale della Gioventù, con il coordinatore Davide Prositto

    L’Arci Scampia ci sta aiutando sulla formazione dei nostri volontari ed il centro servizi del volontariato di Napoli ci sostiene sulla progettazione e Confimpresa Campania, ci stanno aiutando per la realizzazione dei progetti con l’ing. Carlo Uccella e il geometra Vittorio Terracciano, che ci aiutano gratuitamente.

    Quali sono gli obiettivi dell’associazione??

    Gli obiettivi della nostra associazione sono prevenire attraverso lo sport e le arti i fenomeni di devianza e violenza, favorendo il ritorno a scuola di bambini ed adolescenti che avevano abbandonato gli studi, abituare gli stessi a seguire e a rispettare le regole, migliorare la convivenza di gruppo, favorendo nei giovani lo sviluppo di valori positivi, come la solidarietà e il rispetto reciproco.

    Vi Invitiamo a visitare il nostro sito web: http://uninfanziadavivere.it/e la nostra pagina facebook Un’ infanzia da vivere  

    Grazie mille a Bruno Mazza e a tutti i membri dell’associazione “Un’ infanzia da vivere”, che esprimono tutti i valori positivi di Napoli e dei napoletani!