Inter, Mazzarri “nascosto” dallo speaker si salva dai fischi del Meazza

    Nell’annuncio delle formazioni della sfida con la Samp, il nome del tecnico non viene pronunciato: i 28mila di San Siro non contestano l’allenatore nerazzurro.


     

    I fischi di San Siro, lui ha detto di non averli sentiti. E in effetti così è stato. Peccato che neppure il pubblico nerazzurro, prima di Inter-Samp, abbia sentito il nome di Walter Mazzarri urlato a tutta forza dallo speaker dello stadio, come succede ogni domenica: merito di un numero di prestigio perfettamente riuscito che ha “salvato” il tecnico livornese dalla solita assordante accoglienza dei suoi tifosi arrabbiati per un’Inter che non convince.

    LO STRATAGEMMA — Prima di ogni gara, la formazione dell’Inter annunciata a San Siro viene scandita da cori e urla dei tifosi: prima i titolari, poi la panchina, quindi l’allenatore (il tutto accompagnato da striscioni con il nome di ognuno dei protagonisti che passano sui megaschermi). Per evitare che il nome di Mazzarri venisse sommerso dai fischi di contestazione dei 28mila del Meazza, però, l’annunciatore ha deciso di “nascondere” WM con un rapidissimo “Formazione agli ordini di Walter Mazzarri: 1 Handanovic, 5 Juan Jesus, …”. Il rigore di Icardi al 90′ ha fatto il resto e Mazzarri può respirare, salvato dall’argentino e dallo speaker di San Siro.

    Gazzetta.it