Insigne: dalla possibile convocazione in Nazionale al terribile infortunio

     

     

    L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport riporta l’indiscrezione che era già nell’aria da tempo:

    senza l’infortunio Lorenzo Insigne sarebbe tornato in Nazionale

    Ad alleviare la sofferenza di Insigne ci penserà l’arrivo del secondo figlio maschio. Nella serenità della famiglia, il talento di Frattamaggiore troverà la forza per rimettersi a lavoro tra piscina e palestra. Certo, psicologicamente è molto provato. Aveva avuto modo, grazie anche alla chiacchierata a Castelvolturno con Antonio Conte, di ritrovare quella fiducia che sembrava smarrita ad inizio stagione, quando era stato vittima dei fischi del San Paolo nel preliminare Champions con l’Athletic Bilbao.

     

    Il gol con il Torino aveva sancito la pace con i tifosi e le recenti prestazioni di altissimo livello avevano contribuito a far diventare Insigne (fresco di rinnovo fino al 2019) l’idolo di Fuorigrotta. «Tornerò più forte di prima», ha sussurrato ieri Lorenzo. Ne sono convinti quelli che gli sono vicini da sempre: papà Carmine, mamma Patrizia, la moglie Jenny, il fratello Antonio e gli agenti Ottaiano ed Andreotti, tutti a Roma per sostenere il ragazzo.