Il Trab ha deluso, il Napoli ha dominato!

    di Giuseppe Libertino

    Due squadre, due categorie diverse. I padroni di casa del Trabzo deboli in primis crollati psicologicamente vista la forza dell’avversario dopo pochi istanti di gioco, i bianchi napoletani carichi e concentrati che amministrano da squadra rodata una partita delicata solo sulla carta.

    Sul prato verde poca battaglia c’è stata. Il brasiliano Henrique apre le danze con la sua folta chioma bagnata manco fosse agosto, Higuaín rafforza spingendo in rete l’assist al bacio di Gabbiadini che firma un attimo dopo una rete meravigliosa approfittando anche della disorganizzata difesa turca. Il ‘meccanico’ sempre più delizioso: Manolo è l’uomo in più del Napoli di Benitez. Solo mezz’ora di gioco per spegnere l’entusiasmo di una delle tifoserie più calde d’Europa.

    Il Trab ha deluso, il Napoli ha dominato: sicuro, preciso, ordinato. Non ha mai smesso di giocare. Zapata firma il poker sul gong. La partita perfetta dopo la disfatta in campionato contro il Palermo. Andújar, Henrique e Gargano danno più garanzia di Rafael, Britos e Inler. Quattro goal che chiudono la pratica in 90 minuti: Trebisonda e Mar Nero conquistati. Peccato per Mertens e il secondo rigore fallito della stagione. Passerella al San Paolo per la gara di ritorno ed il sogno Varsavia continua. Occhio al Sassuolo ora. Pessime notizie da Roma e da Torino fermate da Feyenoord e Bilbao. Le reti subite in casa sono troppo pesanti. I giallorossi non vincono più. Un superbo Maxi Lopez invece tiene vive le ultime speranze dei granata. Tutta Napoli gioirebbe per l’eliminazione dell’Atletico Bilbao.