Il professor Mariani ” Vi spiego come ho recuperato Insigne”

    Il Mattino intervista il chirurgo aveva operato l’attaccante a Villa Stuart lo scorso 10 novembre.

    Lo ha operato al legamento crociato del ginocchio destro il 10 novembre a Villa Stuart, il giorno dopo l’infortunio subito da Insigne contro la Fiorentina: ieri il professorePierPaoloMarianiha
    appreso in Argentina la notizia della presenza di Lorenzo per la trasferta del Napoli a Verona.
    «La convocazione dell’allenatore significa ch eil calciatore è ritenuto a tutti gli effetti idoneo».

    Quattro mesi:un recupero record?
    “No,un record no.Però Lorenzo ha rispettato i tempii n pieno, questo sì. Tutto è filatosecondo il nostro protocollo abituale. Una premessa è d’obbligo: il punto di partenza è non mettere
    a rischio un calciatore. Poi è decisivo il lavoro di équipe tra chirurgo e riabilitatori, nella fattispecie il lavoro coordinato con il dottore AlfonsoDeNicola, responsabile dello staff medico del Napoli.”

    Ci sveli il segreto per rispettare i tempi?

    “Il nostro obiettivo è restituire un calciatore all’area tecnica dopo tre mesi e con Insigne è andata secondo programmi. Tutto frutto di un ingranaggio con tante rotelle, l’importante è che tutte girino nella direzione giusta:un lavoro in sintonia di chirurgia e riabilitazione.”