“Il Napoli spaventa il campionato”

     Napoli-Fiorentina è stata una partita stupenda.

    L’editoriale di Giuseppe Libertino

    C’era tutto oggi al San Paolo. Pressing, ritmi altissimi, qualità e quantità di gioco. 45 minuti per battere la Fiorentina dopo il primo tempo autoritario degli uomini di Paulo Sousa.

    Lorenzo Insigne e Gonzalo Higuaín stendono la capolista viola e dopo otto giornate gli azzurri sono la quarta forza del campionato. Tra i due goals dei campioni azzurri, il graffio mirabile di Nicola Kalinic che silenzia lo stadio azzurro per pochi istanti. Reina e Allan sempre più protagonisti del Napoli di Sarri.

    Il capitano Hamsik ritrovato dopo due annate in chiaro scuro. Gli altri attenti e spietati come non mai. Tutti sempre più consapevoli di poter sorprendere le big del campionato per vincere il tricolore. Ma è soltanto ottobre, non marzo: troppo presto per esprimere pronostici azzardati. Una cosa è certa: sono terminati gli esperimenti di Sarri e lontani anni luce i passi falsi con Sassuolo, Sampdoria, Empoli e Carpi. Gli azzurri sono 11-12 non di più. Dovranno reggere e non mollare un colpo almeno fino a febbraio. Il presidente De Laurentiis ancora una volta avrà il potere di cambiare o restare come sempre nel limbo della storia del calcio napoletano. ps Banti inadeguato.