Il Napoli perde e tornano i giornalai: voi state con loro o con Benitez e la squadra?

Ad Empoli il Napoli, ha sbagliato. Troppi errori poi stanchezza e nervosismo hanno fatto la loro parte. Altro passo falso degli azzurri, che non appena hanno la possibilità di addentare le due romane se le fanno scappare.

Quest’anno il Napoli è così. Prendere o lasciare. Inutile arrabbiarsi ora e invocare la testa di qualcuno, in campionato ci sono 5 partite (15 punti) ancora da giocare e finchè la matematica non darà il suo verdetto dobbiamo sostenere la squadra.

Una squadra che è capace di dare il ben servito al Wolfsburg e di prendere 4 palloni dall’Empoli. Cose al limite dal paranormale, verrebbe da dire, così come gli autogoal di Britos e Albiol.

Anormali sono anche le parole di alcuni giornalisti, da sempre anti-Benitez, che a fine partita, se ne escono con frasi d’effetto come: “Tra ADL e Benitez è tutto finito!”. Qualsiasi ipotetico riferimento è puramento casuale. Sono sempre le stesse persone a fare queste uscite infelici. Questo conferma quanto queste persone non vogliano bene al Napoli. Il gusto di poter dire “Io lo avevo detto!” vale tutto, il solo poter umiliare il tecnico spagnolo li rende soddisfatti. Aspettano con trepida attesa il suo addio, per poter sottolineare che loro lo avevano detto e che ora il Napoli non farà più figuracce in campionato e che anzi lo vincerà.

E noi tifosi? A noi tifosi tocca scegliere se restare sulla barca guidata da Rafa o scendere, perchè cambiare idea ad ogni risultato nuoce gravemente alla salute. Bisogna crederci e restare uniti. Non pensiamo a Roma e Lazio, la squadra di Pioli è come la squadra di Garcia lo scorso anno con il solo campionato da affrontare siamo tutti bravi, ma poi quando arrivano 2 partite a settimana fanno tutte la fine delle botte a muro, Roma docet.

Questo Napoli nonostante tutto ci prova, ha un tecnico che non si accontenta di giocare una volta a settimana, a Bentiez non basta partecipare, Rafa vuole lasciare il segno e voi cosa volete? Volete vivere un giorno da leoni o mille da pecora?

© Riproduzione Riservata