Il Napoli a lezione sul match-fixing

Gianluca Grava, contro il match-fixing

Contro il match-fixing Il progetto “Per l’integrità del gioco”

Napoli: formazione in campo contro le frodi sportive” realizzato dalla Lega di Serie A in collaborazione con Sportradar, ha fatto tappa oggi a Castelvolturno per una giornata di formazione ed educazione sul fenomeno del match-fixing dedicata ai giovani calciatori, allo staff tecnico e dirigenziale della SSC Napoli.

Sul fenomeno del match-fixing, parla  Gianluca Grava, responsabile tecnico e del settore giovanile partenopeo:

 

“La SSC Napoli è felice di poter partecipare e condividere un’iniziativa così importante per i giovani calciatori, sia sotto il profilo formativo che educativo –

ha detto Gravaanche perché la crescita dei ragazzi del Settore Giovanile è un momento importante nella vita di un Club ed è altrettanto fondamentale che lo sviluppo tecnico sia accompagnato da valori umani, etici e sportivi che diano ai ragazzi che si affacciano al mondo del calcio la giusta educazione per perseguire una strada corretta e lottare verso il vero significato sportivo.

Valori che sono al primo posto nella crescita calcistica ed umana dei nostri giovani che rappresentano il futuro del Club”.

 

 


CM.com