Il Mattino: Strinic pronto per gennaio, Suarez resta il sogno.

Sempre più vicino Strinic, pronto all’inizio di gennaio. Mario Suarez il sogno proibito.

Gabbiadini certo, Strinic quasi: saranno questi i primi due colpi di mercato della prossima sessione invernale. Si sta lavorando per limare i contorni della trattativa che porterà in azzurro l’attaccante blucerchiato nonostante le manovre di disturbo dell’Inter nelle ultime ore, siamo ai soliti dettagli sulla questione sponsor e diritti di immagine. Ieri la Sampdoria ha bloccato Correa, ulteriore prova che farà a meno di Gabbiadini.

Su Strinic il club è tranquillo, forte della volontà del giocatore. È in scadenza di contratto con il Dnipro, che ha offerto il rinnovo, gentilmente rifiutato. Senza successo il corteggiamento della Dinamo Kiev: il fluidificante mancino è attratto dalla possibilità di giocare in Italia e intende sfruttare quella che reputa la grande chance della propria carriera.

Se ci sono stati finora ritardi nell’adempimento della procedura contrattuale è perché un fratello del calciatore aveva incautamente offerto la procura di Strinic anche a un mediatore macedone: niente da fare, Tonci Martic che resta il vero procuratore del calciatore, ha scoperto il giochino e riannodato con il Napoli i giusti fili della trattativa.

L’obiettivo della società partenopea è quella di presentarsi all’inaugurazione del mercato di gennaio depositando i primi due contratti. Poi si andrà oltre, obiettivo un centrocampista e un difensore centrale.
Non prima perché incombe la Supercoppa, che è diventato l’appuntamento più importante di fine anno. Mario Suarez dell’Atletico Madrid resta il sogno mezzo proibito. L’olandese dell’Aston Villa, Vlaar, piace ma l’interesse è tiepido, discorso chiuso per Montoya, al quale il Barcellona offre il rinnovo contrattuale. Scompare all’orizzonte la pista Januzaj, l’esterno del Manchester United: sul mancino hanno diritto di precedenza sia l’Inter che la Real Sociedad.

In Argentina si fa un gran parlare di Matias Kranevitter, appena ventunenne, e il nome del Napoli compare spesso. Centrocampista centrale, piedi buoni, è il punto di riferimento in campo del River Plate. Ieri il giovane sudamericano è sbarcato in Italia: il Napoli esprimerà una propria valutazione al ritorno dal Quatar. Capitolo cessioni: Henrique ha ricevuto offerte da Spagna e Brasile, Zapata non è più richiesto dal Torino.