Il Mattino insiste: con la Lazio esordio per Strinic

Napoli, con la Lazio esordio per Strinic. E Gabbiadini «scalda i motori»

Il vento della novità soffia a forte a Castelvolturno. Si avvicina l’esordio dal primo minuto di Strinic e Gabbiadini giocherà almeno uno spezzone di partita anche contro la Lazio. Acquisti di gennaio pronti all’uso, o quasi: il croato infatti sta sudando in allenamento per raggiungere il top della condizione, non ha giocato l’ultimo mese con il Dnipro ed è ancora un po’ arruginito. Domenica all’Olimpico sarà però a tutti gli effetti la sua partita, visto che in difesa a sinistra l’emergenza è totale.

Britos squalificato, Ghoulam impegnato con l’Algeria in attesa dell’esordio in coppa d’Africa, ancora indisponibile il colombiano Zuniga: toccherà quasi certamente al croato. Sta bene Gabbiadini che però deve vincere una concorrenza importante in attacco ma ovviamente è a tutti gli effetti un titolare aggiunto. Il buco a sinistra. Una vera e propria voragine sulla fascia, ecco perché Strinic ha numerose possibilità di giocare dall’inizio. Un acquisto finalizzato proprio a fronteggiare l’emergenza quello del difensore croato, acquistato a parametro zero con il club azzurro abile ad anticipare la concorrenza. L’altra possibilità è rappresentata dall’eventuale spostamento di Mesto a sinistra ma l’ex genoano quest’anno non ha praticamente mai giocato eccezion fatta per quattro apparizioni in Europa League e due sgoccioli di partita in serie A.

Strinic è abituato a giocare nella difesa a quattro, un esterno di fisico e corsa che dovrà preoccuparsi innanzitutto di presidiare la sua zona visto che la Lazio non si affida a un vero e proprio bomber centrale ma all’inserimento in zona gol dei vari centrocampisti offensivi. Veloce l’ambientamento del terzino nel gruppo azzurro, una velocissima assimilazione delle idee tattiche di Benitez con l’unico punto interrogativo rappresentato dalla condizione atletica non ottimale.

Variabile Gabbiadini. Pronto l’ex sampdoriano a lasciare subito il segno. Il finale contro la Juventus per prendere le misure, ora è più che mai lanciato per ritagliarsi un ruolo fondamentale nel Napoli. Si gioca una maglia da titolare, anche se a destra in attacco è difficile scalzare uno come Callejon. La novità potrebbe essere il suo impiego a sinistra. Gabbiadini può giocare in più ruoli dell’attacco anche da centrale ma la sua preferenza è sulla destra, posizione dalla quale può partire per accentrarsi e tirare con il sinistro. Sette reti con la Sampdoria, ottima la prima parte di campionato, il passaggio al Napoli a inizio gennaio, il primo colpo importante del mercato. Cambi a centrocampo.

Cambi in vista tra i due centrali di centrocampo, evidente il passo indietro di Gargano e David Lopez contro la Juventus. Stavolta Jorginho e Inler hanno qualche chances in più di partire dal primo minuto, almeno uno dei due dovrebbe essere tra i titolari. La Lazio ha qualità a centrocampo, ecco perché stavolta Benitez potrebbe optare per una soluzione di maggiore qualità nel reparto centrale e quindi rinunciare a uno dei due mediani, una formula sempre riproposta dalla finale di Supercoppa a Doha contro la Juventus. Novità possibili, quindi, nel reparto per assicurare una maggiore qualità contro la squadra di Pioli che gira a mille, come dimostrato nel primo tempo del derby.

Pronto Mertens. Il belga confida in una maglia da titolare, dopo il buon finale di partita contro la Juventus. Rigenerato dall’ultimo spezzone di partita può rilevare dal primo minuto De Guzman, in evidente calo di rendimento, un elemento che garantisce più protezione al centrocampo ma chiaramente meno portato ad affondare sulla fascia. Mertens ha segnato un solo gol in questo campionato, il calcio di rigore con il Parma, chiuso nei primi mesi da Insigne e poi impiegato a intermittenza anche dopo l’infortunio del napoletano.

Confermata la coppia centrale difensiva, quella formata dallo spagnolo Albiol e dal francese Koulibaly, la prima alternativa rappresentata dal brasiliano Henrique. Altro esame duro domenica all’Olimpico contro la Lazio.