Il Giorno dopo: Napoli Roma, tutto quello che…

     

    IL GIORNO DOPO

    Di: Roberto Sdino

    Buon Afther a tutti cari tifosi azzurri, oggi parto sparato, quindi parto con la bomba di Garcia:

    “Qui a Napoli hanno perso Juventus, Inter e Fiorentina noi andiamo via con un buon pareggio (…)” e poi a riguardo al gol annullato a Capitan futuro remoto, aggiunge: “Ho dei dubbi, a me è sembrato buono. La potevamo vincere. Comunque è un buon pareggio perché abbiamo dimostrato di essere solidi”

    In effetti il buon mister francese, da buon mastro muratore, erge un muro a sua difesa e a difesa della sua squadra sacrificando, secondo lui anche Florenzi e Dzeko. Un muro fatto anche di parole a difesa dei suoi uomini, cercando giustificazione del suo “catenaccio” con la classica scusa di aver giocato una partita in Champions in settimana!

    Ma nel ventre del S.Paolo finalmente mister Sarri prende consapevolezza delle vere potenzialità della sua squadra e ribatte il francese dicendo: “E’ stata una gara dominta. 7 palle gol e 70% di possesso palla, Hamsik si è trovato 2-3 volte al tiro“, ha ricordato il tecnico partenopeo “Venivamo dalla gara di Bologna in cui non siamo riusciti ad esprimere quello che sappiamo fare, oggi abbiamo riacquistato le nostre sicurezze. Nel primo tempo il nostro errore è stato quello di andare troppo sulle fasce quando Hamsik poteva far male per vie centrali.Il gol annullato? A parte il pallone uscito, c’era anche un evidente fallo i Iturbe“.

    Beh, il giorno dopo potrebbe esser pieno di episodi, come le liti furibonde del “pacato” Garcia, i falli in area sul Pipita, sui gol mancati di capitan Hamsik e di El Kaddouri. Ma vi lascio solo con un nome e cognome, il cui ieri si è innalzato come una montagna su una Roma piccola piccola, e questo è:

    Kalidou Koulibaly!

     

    Koulibaly-k2