Giustizia per Higuain, alle 12 si presenterà dinanzi alla Corte sportiva d’appello.

giustizia sportiva higuain

I tifosi del Napoli virtualmente con Higuain chiedono giustizia

E’ il giorno del giudizio per l’argentino, che ha deciso di presentarsi e argomentare la sua memoria difensiva.

Milioni di tifosi del Napoli. chiedono  giustizia: due turni di sconto per Higuain.

Scrive Fabio Mandarini sul corrsport:

Il giorno del giudizio. O se vogliamo un rigore decisivo che Gonzalo Higuain dovrà tirare e segnare al 90′, spinto però dal tifo di un popolo intero: il Pipita sul dischetto, al cospetto
della Corte d’appello sportiva, e al suo fianco il presidente De Laurentiis e sei milioni di tifosi del Napoli.

Oggi alle 12, a Roma, dinanzi alla Corte sportiva d’appello. E ci risiamo: a distanza di una settimana dal ricorso avverso la squalifica di Sarri, il Napoli tornerà a discutere di un altro degli
effetti collaterali della partita con l’Udinese. Il peggiore. E se il tecnico, Mertens e Koulibaly rientreranno già domani a San Siro con l’Inter, per il Pipita l’assenza potrebbe prolungarsi
fino alla partita del 25 aprile con la Roma (inclusa). Potrebbe, appunto: il club azzurro, infatti, proverà a ottenere uno sconto di due giornate; o magari di una, nella peggiore delle ipotesi, contando sul precedente-Borja Valero del 2014 (4 turni di squalifica dopo Parma-Fiorentina per aver toccato l’arbitro).

DE LAURENTIIS E PIPITA PRESENTI

Oltre all’avvocato Grassani, all’appello presenzieranno anche De Laurentiis e Higuain. E sia chiaro: il Pipa, per sua richiesta esplicita, parlerà e spiegherà alla Corte le sue ragioni e la sua verità. Proprio come fece Diego,quando si presentò a Milano e, con un’arringa di venticinque minuti, riuscì a ottenere la cancellazione della squalifica di un turno.

SEI MILIONI DI TIFOSI IN ANSIA

Non resta che capire se l’orientamento della Corte sarà respingere; accogliere del tutto il ricorso, e dunque restituire Higuain al Napoli già per la partita di martedì con il Bologna al San Paolo; oppure accoglierlo parzialmente, cancellando una giornata e riabilitando il giocatore per la trasferta del 25 aprile all’Olimpico con la Roma.

Ieri, nel frattempo, Gonzalo s’è allenato regolarmente con i compagni: tutti concentrati sulla partitadi San siro, come fanno quelli che giocano in una squadra vera.