Giocatore mussulmano, dice no alla partita della pace

    Aboutreika: “Con i sionisti in campo non gioco”
     

    Partita per la Pace, Aboutreika dice di no “Non con i sionisti”

     

    Partita per la pace, un’iniziaticva voluta da Javier Zanetti e sostenuta da Papa Francesco, un evento che, nell’immaginario collettivo, sarebbe dovuto essere una kermesse spettacolare tesa ad allontanare i tristi fatti che accadono i Medio Oriente; se è vero poi che si parla di “pace” legato proprio all’evento in sé tutti si aspettavano solo e soltanto reazioni positive. Non la pensa in questo modo Mohamed Aboutreika centrocampista del Baniyas Sports & Culture Club, musulmano praticante, dissociatosi da tale manifestazione aggiungendo “Con i sionisti in campo non gioco”. 

     

    I SIONISTI DI ABOUTREIKA – Il nazionale egiziano intende con sionisti gli israeliani in campo in tale partita, ovvero: Yossi Benayoun, Dudu Auate e Tomer Hemed. Ha continuato poi lo stesso Aboutreika a scrivere su Twitter “Ho rifiutato l’invito per la presenza dei sionisti. Stiamo dando un esempio alle nuove generazioni”. L’ex calciatore dell’Al-Alhy già in passato aveva dimostrato di simpatizzare per le popolazioni della Striscia di Gaza (come mostrato in foto). Sicuramente la decisione del giocatore non potrà che far discutere i più, non lascia però di stucco nessuno dei suoi fan/conoscitori, essendo ben delineate le idee, decisamente radicali, di quest’ultimo.

     
    Stefano Mastini (@StefanoMastini1)maidirecalcio