Gesto di stizza per Vazquez, maglia del Palermo gettata via: tifosi in subbuglio, poi le scuse

    Irritato per la sostituzione, Vazquez ha lanciato la maglia con un gesto di stizza. Scuse accettate da tecnico e tifosi. Zamparini: “Io avrei buttato una bomba a Iachini…”


     

    Tre punti fondamentali in chiave salvezza e gioia generale per i tifosi del Palermo dopo il goal di Rigoni contro il suo ex Chievo. Nonostante tutto, però, c’è qualcosa che non è affatto andata giù ai fans rosanero. Protagonista il Mudo, Franco Vazquez.

    Nella parte finale del match contro il Chievo, infatti, Vazquez, si è reso protagonista di un gesto di stizza buttando via la maglia: un episodio che i tifosi vedono come sacrilego. Ok le prestazioni positive in campo, ma gettare la casacca può farti perdere una caterva di punti.

    Vazquez si è reso conto del gesto solo a freddo: “Chiedo scusa a tutti tifosi ero arrabbiato ma so che questa azione non si fa mai. Mi vergogno, forza Palermo” ha scritto il 25enne albiceleste a tarda notte, mentre sul web si scatenava l’ira di tantissimi fans rosanero.

    Le scuse ufficiali al tecnico e ai compagni erano già arrivate nella serata di ieri: “E’ giusto che lo abbia fatto” ha detto mister Iachini dopo la vittoria contro il Chievo. “Franco sa di aver sbagliato. Io ho giocato a calcio e so come si può reagire a una sostituzione, anche se non deve succedere”.

    Attraverso Twitter, nel pomeriggio odierno, ha difeso il compagno uno dei simboli dello spogliatoio rosanero, ovvero Enzo Maresca: “Mi prendo la responsabilità di difendere Vazquez per l’episodio di ieri. È stato un gesto istintivo senza cattiveria! Franco è un ragazzo apposto che tiene a Palermo e al bene del Palermo”.

    Condanna il gesto della maglia anche patron Maurizio Zamparini, ma a modo suo: “Il gesto non va fatto ma Vazquez non andava cambiato. Se fossi stato io, avrei tirato una bomba nei piedi dell’allenatore. Altro che la maglietta…”.

    I tifosi del Palermo hanno comunque abbracciato virtualmente Vazquez, accettando le scuse dovute all’ira del cambio. Ancora insieme per il bene del team rosanero.

    Goal.com