GdS – Mercato inadeguato tra le cause del flop azzurro

     

    L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport critica il mercato estivo del Napoli e l’operato del ds Riccardo Bigon

     

    Sarebbe dovuta essere l’estate dei grandi colpi per rendere competitivo il Napoli per lo scudetto. I nomi di Gonalons, Mascherano, Kramer, Lucas Leiva, Sandro, hanno riempito le cronache napoletane per mesi, senza che nessun rappresentante della società intervenisse per mettere fine a quello stillicidio. E la prima causa di questa crisi è proprio da ricercare nell’inconsistenza del mercato, delle operazioni definite dal d.s. Riccardo Bigon, che hanno assicurato a Benitez giocatori di media caratura, gente che non potrebbe mai garantire un salto di qualità.

     

    E la conferma è arrivata domenica, complice quel turnover illogico voluto dal tecnico spagnolo che è costato molto caro al Napoli. Udine ha dimostrato i limiti di Michu, lento e impacciato; la poca qualità di David Lopez, tenace interditore; l’imbarazzo di De Guzman, che si è confuso tra gli altri, e l’ingenuità di Koulibaly nell’allungare la traiettoria del pallone sul gol di Danilo. In pratica, la serata friulana ha evidenziato i limiti delle seconde linee e, dunque, quanto sia stato penalizzante rinunciare, contemporaneamente, a Hamsik, Callejon e Mertens, consegnando un Higuain ancora più depresso al dopo partita.